Una vita per la scienza. E molto altro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Una vita per la scienza. E molto altro

di Matteo Buttaroni

margherita_hackVegetariana convinta e, soprattutto, convintamente atea. E ancora attivista per i diritti civili e degli animali e militante tra le file del Partito dei Comunisti italiani. Questa, e non solo, era Margherita Hack, astrofisica e divulgatrice scientifica.
Nata a Firenze nel 1922 si è spenta sabato 29 a Trieste a seguito di alcune complicazioni a quei problemi cardiaci contro i quali combatteva ormai da tempo.
Nella sua vita, a parte una breve parentesi sportiva che l’ha vista campionessa di salto in alto e in lungo, ha sempre regnato la scienza e lo scetticismo nei confronti delle religioni, del sovrannaturalismo e nei confronti di ogni tipo di superstizione.
E’ stata membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche e direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste, nonché dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
A lungo ha fatto parte dei gruppi di lavoro dell’Esa e della Nasa.
Il suo contributo è stato fondamentale per l’espansione dell’attività astronomica della Comunità italiana e in particolare dell’Osservatorio astronomico di Trieste, tanto da portarlo ad altissimi livelli internazionali.
Nel 1978 ha fondato la rivista scientifica L’Astronomia. Il suo contributo alla scienza e all’astronomia in particolare, è stato così fondamentale che la comunità scientifica ha dato il suo nome ad un asteroide, il 8558 Hack.
Come già spiegato, la sua vita non era fatta si sola scienza: nel 2005 si è candidata, tra le file del Partito dei Comunisti italiani, alle elezioni regionali in Lombardia vincendole e cedendo poi il posto a Bebo Storti.
Nel 2006 rinunciò, dopo aver vinto nuovamente le elezioni, ad un posto alla Camera per dedicarsi ancora alla scienza.
Da sempre contraria alla costruzione di centrali nucleari in Italia, non per le centrali in sé ma per l’inaffidabilità dell’Italia.
“Apprendo con commozione – ha detto il presidente Napolitano – la triste notizia della scomparsa di Margherita Hack, personalità di grande rilievo del mondo della cultura scientifica, che con i suoi studi e il suo impegno di docente ha costantemente servito e onorato l’Italia anche in campo internazionale. Ella ha rappresentato nello stesso tempo un forte esempio di passione civile, lasciando una nobile impronta nel dibattito pubblico e nel dialogo con i cittadini. Partecipo con sinceri sentimenti di vicinanza al cordoglio di tutte le persone che l’hanno avuta cara”.

 

Scrivi una replica

News

Morto il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta II del Regno Unito

All’età di 99 anni è morto il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II del Regno Unito. Venne nominato principe del Regno Unito nel 1957,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: “Nessun dato che i vaccini siano intercambiabili”

Secondo l’Oms, non c’è alcun dato adeguato sull’intercambiabilità dei vaccini. Questa affermazione è arrivata in seguito all’annuncio della Francia che ha reso noto che le…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Morte George Floyd arrivata per asfissia

George Floyd è morto per asfissia e non per overdose di fentanyl, come sostenuto dall’avvocato dell’agente Derek Chauvin. Lo ha stabilito il medico Martin Tobin,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Kim avverte la popolazione: “Arriveranno tempi duri”

Kin Jong-Un, leader nordocerano, ha lanciato l’allarme alla sua popolazione dicendo di prepararsi ad un crisi difficili paragonando i tempi che verranno ad una terribile…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia