C’è da ricostruire l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

C’è da ricostruire l’Italia

di Fabio Germani

partenzaOra c’è da ricostruire l’Italia. Il ventennio berlusconiano ci consegna un Paese sfiduciato nel suo insieme, sia da parte dei “vinti” (di coloro, cioè, che da sempre guardano la magistratura con sospetto, oggi a maggior ragione), sia da parte dei “vincitori” (di coloro, vale a dire, che dell’antiberlusconismo hanno fatto una ragione di vita). Più volte, nel recente passato, è stato sottovalutato il peso specifico di Berlusconi, l’appeal che il leader storico del centrodestra può ancora suscitare. E più volte Berlusconi è stato capace di risorgere, politicamente parlando. Anche stavolta ci proverà: il messaggio diffuso già nella serata di giovedì è suonato forte e chiaro. Ma la condanna con sentenza passata in giudicato nell’ambito del processo Mediaset sconquasserà, ulteriormente, l’attuale sistema politico poiché costringerà i diversi soggetti a rimodellare gli schemi precostituiti.
Berlusconismo e antiberlusconismo hanno rappresentato le due facce della stessa medaglia. Un’onta per il Paese che, appresso ai casi giudiziari dell’ex premier, si è scordato di crescere, di innovare, di creare occupazione, di distribuire ricchezza. La crisi economica, pure dirompente, è stata in questo senso uno specchio per le allodole. Troppo il tempo perso. Vista così, berlusconismo e antiberlusconismo sono stati entrambi mali endemici dell’Italia.
È stata voltata una pagina e ciò, al di là dei tecnicismi (la legge Severino del 2012 attribuisce di fatto a Berlusconi lo status di “incandidabile”, data la pena), dovrà corrispondere ad una ripartenza. Perché, lo ribadiamo, ora c’è da ricostruire l’Italia.

segui @fabiogermani

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Draghi: «Possiamo guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia»

«Si può guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo nel corso di una conferenza stampa, al…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sparatoria a Indianapoli: otto i morti

Sono almeno otto le vittime e quattro i feriti della sparatoria  in un deposito della FedEx vicino all’aeroporto internazionale di Indianapolis (Indiana). L’autore della strage,…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Merkel: “Situazione molto seria”

Purtroppo dobbiamo dire di nuovo: la situazione è seria e cioè molto seria. La terza ondata della pandemia la fa da padrone. Lo ha detto…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giovannini: “50miliardi per trasporti e infrastrutture: la metà saranno spesi per il Sud”

Nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza ai trasporti e alle infrastrutture sono destinati 50 miliardi , di cui la metà al Sud. Lo…

16 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia