Fisco, Fassina: “Inevitabile aumento Iva ad ottobre” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fisco, Fassina: “Inevitabile aumento Iva ad ottobre”

L’intervento sull’Imu per il 2013 “in particolare la cancellazione per tutti della prima rata ‘saltata’ a giugno scorso” rende ‘irrimediabile’ l’aumento di un punto dell’Iva per il primo ottobre”. Ad esserne convinto è il viceministro all’Economia Stefano Fassina, che nel corso di un suo intervento sull’Huffington Post in cui spiega che tale intervento “ha sottratto preziose risorse a finanziare, ad esempio, il rinvio dell’aumento dell’Iva previsto, oramai irrimediabilmente grazie alla ‘vittoria’ del Pdl sull’Imu, per il 1 ottobre”.

 

1 Commento per “Fisco, Fassina: “Inevitabile aumento Iva ad ottobre””

  1. […] viceministro Stefano Fassina, per amor di polemica e di ideologia, straparla. Non ci sarà alcun aumento dell’Iva da […]

Scrivi una replica

News

Recovery, Ue lancia piano di finanziamento da 806 miliardi

“La Commissione europea lancia il suo piano per finanziare il Next Generation Eu: entro il 2026, raccoglierà sui mercati 806 miliardi di euro, con un…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bce: «Campagna vaccinale è cruciale per la ripresa»

«Le misure di bilancio a sostegno dell’economia reale, nel 2020, hanno protetto le banche dal buona parte delle perdite sui loro prestiti e sarà cruciale…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: “L’Italia deve migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione”

“La priorità essenziale per favorire la ripresa dell’Italia è rappresentata dalla promozione dell’efficienza della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Somalia, presidente firma legge su proroga del suo mandato

Mohamed Abdullahi Mohamed, presidente della Somalia, ha firmato una legge che proroga per altri due anni il suo mandato, scaduto l’8 febbraio.…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia