Siria, Obama: “Abbiamo il dovere di agire. Si rischia una guerra chimica” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Siria, Obama: “Abbiamo il dovere di agire. Si rischia una guerra chimica”

“Voglio un intervento militare in Siria perché nella terribile notte del 21 agosto è stata compiuta un’atrocità, un crimine contro l’umanità. Abbiamo il dovere di agire e se non si reagirà a quello che ha compiuto il regime di Assad altri penseranno di farne uso e il rischio è quello di una guerra chimica, con i terroristi che potranno utilizzare i gas contro i civili. L’intervento militare in Siria sarebbe limitato e mirato a scoraggiare l’uso di armi chimiche. Il Paese è stanco delle guerre e il nostro intervento non sarà a tempo indeterminato. Tuttavia, una soluzione diplomatica al conflitto è ancora possibile. Il motivo sono gli incoraggianti segnali in arrivo da Mosca e Damasco: Assad ha ammesso di possedere le armi chimiche ed ha perfino detto che aderirà alla Convenzione che mette al bando le armi chimiche accettando il piano russo che prevede la consegna all’Onu di tutti i gas velenosi, ha spiegato il presidente. Si tratta di un’iniziativa che può rimuovere la minaccia delle armi chimiche senza ricorrere all’uso della forza. E’ una svolta, che potrebbe evitare l’intervento militare. Sappiamo che è stato il regime, nei giorni prima dell’attacco è stato il suo personale a preparare i gas, poi hanno distribuito le maschere a gas alle truppe, quindi hanno lanciato razzi contro undici quartieri nel tentativo di ripulirli. Per questo, ho ordinato alle forze armate Usa di mantenere la pressione su Assad al fine di spingerlo verso un disarmo chimico reale, veloce e verificabile”.
Sono queste le parole pronunciate da Barack Obama in un discorso fatto dalla Casa Bianca.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Giappone: stato d’emergenza in altre tre prefetture

Altre tre prefetture del Giappone si preparano a dichiarare lo stato di emergenza anti-Covid per far fronte ad aumento dei casi di coronavirus locali.  Hokkaido,…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, 119 le vittime da inizio scontri

Da inizio scontri, il ministero della sanità di Gaza, hanno registrato 119 vittime, tra i quali 31 bambini e 19 donne.…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, Stati Uniti completano ritiro dei soldati da base kandahar

Gli Stati Uniti hanno completato il ritiro delle truppe dall’aeroporto di Kandahar, nel sud dell’Afghanistan, la seconda più grande base militare nel Paese per le…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la variante indiana spaventa la Gran Bretagna

La variante indiana spaventa la Gran Bretagna, con il premier Boris Johnson che sta pensando di accelerare i tempi dei richiami delle vaccinazioni. Inoltre, il…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia