Crescono retribuzioni e costo del lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crescono retribuzioni e costo del lavoro

lavoro_impreseNel secondo trimestre del 2013 le retribuzioni lorde per Ula, al netto degli effetti stagionali, registrano nel complesso dell’industria e dei servizi un incremento dello 0,6% rispetto al trimestre precedente; l’aumento è dello 0,9% nell’industria e dello 0,3% nei servizi.
Per gli indici grezzi, la crescita tendenziale delle retribuzioni per Ula è del 2,1% nel totale, del 2,7% nell’industria e dell’1,6% nei servizi. Nel secondo trimestre del 2013, all’interno del settore industriale, le retribuzioni segnano l’incremento tendenziale più marcato nel settore dell’estrazione di minerali da cave e miniere (+4,4%); si registra, invece, un calo nel settore della fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (-2,7%), a seguito del venir meno degli effetti dovuti agli incentivi all’esodo e all’erogazione di premi corrisposti negli anni precedenti da alcune grandi imprese. All’interno del terziario, l’aumento tendenziale maggiore riguarda il settore delle attività dei servizi di alloggio e di ristorazione (+4,7%); si rileva, invece, una riduzione nel settore delle attività finanziarie e assicurative (-2,7%) dovuta alla parziale o totale riduzione dei premi corrisposti da alcune grandi aziende. Si osserva, inoltre, una crescita nulla nel settore del trasporto e magazzinaggio, principalmente per effetto dello slittamento a luglio di premi erogati generalmente a giugno da alcune imprese di grandi dimensioni.
Al netto degli effetti stagionali, nel secondo trimestre del 2013 gli oneri sociali per Ula segnano una crescita congiunturale dello 0,8% nel totale, con incrementi dell’1,0% nell’industria e dello 0,4% nei servizi.
Nel totale dell’industria e dei servizi, l’aumento tendenziale degli oneri sociali per Ula nel secondo trimestre 2013 è del 3,0%; l’incremento è del 3,8% nell’industria e del 2,6% nei servizi. La più alta dinamica degli oneri rispetto a quella registrata nello stesso trimestre dalle retribuzioni, come già emerso nel primo trimestre 2013, è principalmente dovuta alla recente introduzione di contributi aggiuntivi a carico dei datori di lavoro finalizzati al finanziamento dei fondi per il sostegno al reddito dei lavoratori in caso di interruzione del rapporto di lavoro.
Nel secondo trimestre del 2013 l’incremento congiunturale del costo del lavoro per Ula al netto degli effetti stagionali è dello 0,7% nel complesso, con aumenti dell’1,0% nell’industria e dello 0,3% nei servizi.
In termini tendenziali, il costo del lavoro per Ula nell’insieme dell’industria e dei servizi aumenta del 2,4%; la crescita è maggiore nell’industria (+3,1%) che nei servizi (+1,9%).

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Di Maio: «Il 16 maggio credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco»

«Credo sia una data auspicabile per superare il coprifuoco». Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, riferendosi al 16 maggio, nel corso di un…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cultura, Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”

Vibo Valentia è la “Capitale italiana del Libro 2021”. Lo ha annunciato il presidente della Giuria, Romano Montroni, comunicandolo al ministro della Cultura, Dario Franceschini,…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, Erdogan: «Scienza è bene comune dell’umanità»

«La scienza è un bene comune dell’umanità, non devono esserci gelosie. Quando sarà pronto, la Turchia condividerà con tutti il suo vaccino contro il Covid-19».…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 414mila nuovi casi in 24 ore in India

Sono stati 414 mila i nuovi casi di coronavirus registrati in India, dove purtroppo ci sono state anche 3.914 decessi.…

7 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia