Scuola, Letta: “Sul diritto allo studio l’Italia ha la coscienza sporca” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Scuola, Letta: “Sul diritto allo studio l’Italia ha la coscienza sporca”

“Il diritto allo studio è una delle grandi questioni su cui il nostro Paese ha la coscienza sporca da sempre. L’applicazione del dettato costituzionale sulla scuola non è stata in questi anni all’altezza. Abbiamo un diritto di studio alla rovescia. Prima potevi fare un certo percorso se venivi da una famiglia disagiata. Oggi è il contrario, puoi fare un certo tipo di percorso solo se hai una famiglia che ti mantiene fino in fondo. Questo è inaccettabile”. Lo afferma il presidente del Consiglio Enrico Letta, intervenendo a Torino alla Settimana Sociale dei cattolici italiani.

 

2 Commenti per “Scuola, Letta: “Sul diritto allo studio l’Italia ha la coscienza sporca””

  1. Alla vostra cortese attenzione
    Il mio è un messaggio semplice, che coinvolge molti altri miei coetanei. Questa è la lettera che ho mandato ad una miriade di forum, al ministro Carrozza,al Presidente Napolitano, al Miur e non so a quanti altri siti:
    Non saprei proprio da dove iniziare, forse dal dire che mi chiamo Stassi Flavia e sono di un paese in provincia di Palermo.
    Fin da piccola il mio sogno è stato quello di diventare Medico Veterinario , ahimè, essendo nata nel recente 1993 ,sono tra le tante aspiranti matricole che partecipano ai contorti test ad accesso limitato con esito …NEGATIVO.
    Quest’anno, dopo circa dieci mesi tra corsi di logica, biologia , fisica e quant’altro , mi ero registrata alla preselezione di medicina veterinaria,il test era prefissato in data 24 luglio 2013… Improvvisamente viene deciso di cambiare, si farà il 03 settembre, il punteggio del diploma servirà ad incrementare di alcuni punti il risultato del test in base ad una griglia di valutazione . E fin qui il primo cambiamento si accetta. Ma, a giugno, ci viene proposto un simulatore online sul sito UNIVERSITALY , dove figurano le “nuove tipologie di esame”, a due mesi dalla prova?
    E si , a due mesi dal test cambia tutto, un anno di preparazione cestinato, ansia , paura , un sogno infranto, la mia unica speranza, il mio unico barlume , il mio solo appiglio ? Il bonus di maturità, 5 punti, meglio di niente. Ed ecco che oggi , 09-09-2013, mentre i ragazzi svolgevano ancora il test di medicina , si decide nuovamente : VIA I BONUS!
    Scusate, ma non è ammissibile, non è etico, non è costituzionale , anche se l’articolo 34 afferma :lo stato deve rimuovere tutti gli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto limitano l’uguaglianza dei cittadini nell’accesso all’istruzione superiore e, in particolare, per consentire ai capaci e, meritevoli, anche se privi di mezzi, di raggiungere i gradi più alti degli studi.
    L’esperienza invece ci fa notare che , al giorno d’oggi, chi non può permettersi di fare corsi su corsi di preparazione non è nemmeno minimamente in grado di svolgere il test, l’esperienza fa notare che anche il solo partecipare al test richiede un’ingente spesa di denaro (ATENEO DI MESSINA 91EURO di tassa) , l’esperienza ci fa notare che ancora esistono i favoritismi e i “nepotismi” !
    Il mio è un appello , un richiamo, uno sfogo, non so come definirlo meglio, siamo ragazzi in balia della burrasca, non abbiamo più una fede perchè sembra che la società voglia tagliarci le ali, voglia mozzarci i sogni…Io voglio solo studiare…
    cordiali saluti e mi scusi per il disturbo
    Stassi Flavia
    PS. Vi chiedo un aiuto,NESSUNO CI ASCOLTA, NOI STUDENTI NON SAPPIAMO PIù COME FARE PER INSEGUIRE I NOSTRI SOGNI! CHIEDIAMO CAMBIAMENTI, POSSIAMO ADEGUARCI ANCHE AGLI STANDARD EUROPEI COME QUELLO FRANCESE O BELGA, MA CAMBIAMO QUESTA ASSURDITà DEL NUMERO CHIUSO!.

    • Maria

      Vorrei rispondere all’appello di Flavia,dicendo che sono completamente d’accordo! Noi ragazzi ci vediamo sgretolare il futuro davanti agli occhi. il mio sogno fin da bambina era quello di poter diventare medico,un buon medico,purtroppo grazie a questi sbarramenti ingiusti devo aspettare il 23 settembre per capire se ho una possibilità di entrare e, spero con tutto il mio cuore di essere entrata,ma sarei furiosa allo stesso tempo pensando alle altre persone che volevano diventare Medici,Veterinari,Ostetrici,Architetti ecc…che si sono iscritti al test convinti di poter usufruire di alcuni “Punti Bonus” , invece mentre si svolgeva la prova questi Bonus ci sono stati privati e aggiungo INGIUSTAMENTE,abbiamo accettato delle condizioni noi, abbiamo dei diritti! Credo che lo sbarramento debba esserci,per mandare avanti i più meritevoli, proporrei di fare accedere tutti indistintamente al primo anno,ma dopo la fine di questo verificare il numero di crediti accumulati da questo studente e se non sono almeno il 50% dei crediti totali il ragazzo non potrà continuare il suo percorso di studi. Proporrei anche un metodo francese oppure belga,con degli sbarramenti seri e anche uno studio assiduo e dettagliato con esame finale dopo il primo anno! Grazie dell’ascolto

Scrivi una replica

News

Domani riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu su Mo

 Si terrà domani alle 14 GMT (le 16 in Italia) una riunione virtuale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sul conflitto in corso tra…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Giappone: “Stato d’emergenza in altre 3 prefetture”

Altre tre prefetture del Giappone si preparano a dichiarare lo stato di emergenza anti-Covid per far fronte ad aumento dei casi di coronavirus locali.  Hokkaido,…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, 119 le vittime da inizio scontri

Da inizio scontri, il ministero della sanità di Gaza, hanno registrato 119 vittime, tra i quali 31 bambini e 19 donne.…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, Stati Uniti completano ritiro dei soldati da base kandahar

Gli Stati Uniti hanno completato il ritiro delle truppe dall’aeroporto di Kandahar, nel sud dell’Afghanistan, la seconda più grande base militare nel Paese per le…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia