Fatturato dell’industria in calo dello 0,8% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fatturato dell’industria in calo dello 0,8%

industriaA luglio il fatturato dell’industria, al netto della stagionalità, registra una diminuzione dello 0,8% rispetto a giugno, con variazioni negative dello 0,9% sul mercato interno e dello 0,6% su quello estero.
Nella media degli ultimi tre mesi, l’indice complessivo registra un incremento dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti.
Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 23 contro i 22 di luglio 2012), il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali del 3,6%, con un calo del 5,0% sul mercato interno e dello 0,8% su quello estero.
Gli indici destagionalizzati del fatturato per raggruppamenti principali di industrie segnano una variazione congiunturale positiva per l’energia (+2,4%) e variazioni negative per i beni di consumo (-1,6%, con -2,4% per quelli durevoli e -1,5% per quelli non durevoli), per i beni strumentali (-1,3%) e per i beni intermedi (-0,4%).
L’indice del fatturato corretto per gli effetti di calendario in luglio cala in termini tendenziali del 14,0% per l’energia, del 3,6% per i beni di consumo (-1,5% per quelli durevoli e -4,0% per quelli non durevoli), del 2,8% per i beni intermedi e dello 0,9% per i beni strumentali.
In luglio, nel confronto con lo stesso mese del 2012, l’indice del fatturato corretto per gli effetti di calendario, segna un aumento nel settore delle altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+1,7%); le contrazioni più significative si rilevano nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-13,1%) e nell’estrazione di minerali da cave e miniere (-11,5%).
Le variazioni positive più marcate dell’indice grezzo degli ordinativi riguardano le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+10,8%), l’industria del legno, carta e stampa (+3,4%) e la fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+1,1%); le variazioni negative più rilevanti si registrano nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-21,1%), nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-4,8%) e nella fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-4,4%).

 

Scrivi una replica

News

Cremlino: «Senza legittimità tribunali su azioni Russia»

«I tentativi dell’Occidente di creare un tribunale per indagare sulle azioni della Russia in Ucraina non hanno legittimità»: lo ha detto il portavoce del Cremlino…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel 2021 praticano attività fisico-sportiva 38,6 milioni di persone dai tre anni in su»

«Aumentano le persone di tre anni e più che praticano attività fisico-sportiva nel tempo libero, dal 59,1% del 2000 al 66,2% nel 2021, mentre si…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Tasso di disoccupazione ai massimi dal 1977: 60,5%»

«A ottobre 2022, rispetto al mese precedente, crescono gli occupati, mentre diminuiscono i disoccupati e gli inattivi. L’occupazione (+0,4%, pari a +82mila) aumenta per uomini…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Xi a Michel: «Sostegno a Ue per aumento mediazione»

«La Cina sostiene l’Ue nell’aumentare il ruolo di mediazione nella crisi in Ucraina, guidando la creazione di un’architettura di sicurezza europea equilibrata, efficace e sostenibile».…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia