Russia, attivisti Greenpeace accusati di pirateria | T-Mag | il magazine di Tecnè

Russia, attivisti Greenpeace accusati di pirateria

“Due attivisti di Greenpeace International sono stati arrestati dopo aver scalato la piattaforma petrolifera Prirazlomnaya di Gazprom nell’Artico russo, durante una protesta pacifica che ha scatenato uno sproporzionato uso della forza da parte della Guardia Costiera russa.
La Guardia Costiera russa ha reagito sparando 11 colpi di avvertimento, minacciando di sparare ancora contro la nave se la stessa non avesse abbandonato l’area, e chiedendo di salire sull’Acrtic Sunrise per un’ispezione, una richiesta illegale e ingiustificata.
Nonostante tutti gli attivisti risultino illesi, questo livello di forza contro una protesta pacifica è assolutamente ingiustificato e deve cessare immediatamente.
La vera minaccia per l’Artico non viene da Greenpeace International, ma dalle compagnie petrolifere come la Gazprom che continuano a perforare nell’Artico.
La stessa compagnia petrolifera intende avviare la produzione sulla piattaforma Prirazlomnaya nel primo trimestre del 2014, aumentando il rischio di una fuoriuscita di petrolio in una zona con tre riserve naturali, minacciando l’habitat degli orsi polari e di tutta la fauna artica”, è quanto si legge in una nota diffusa da Greenpeace.
La Guardia Costiera russa ha aperto un inchiesta per pirateria.

 

Scrivi una replica

News

«Durante la pandemia il 13% degli over 45 ha provato depressione per la prima volta»

Il biennio pandemico ha messo a dura prova la salute mentale di molte persone. Lo conferma uno studio coordinato dall’Università di Toronto, in Canada, pubblicato…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inquinamento: nel 2020, nell’Ue, 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili

Nel 2020, nell’Unione europea, sono state registrate 238 mila morti premature a causa dell’inquinamento da polvere sottili. Lo denuncia l’Aee, l’Agenzia europea dell’ambiente, sottolineando che…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stoltenberg: «Putin sta fallendo, per questo compie attacchi brutali»

«Vladimir Putin sta fallendo in Ucraina e dunque procede con maggiore brutalità, attaccando gli obiettivi civili, privando le persone di luce, acqua e cibo: per…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cremlino: «Kiev non riconquisterà la Crimea»

«L’Ucraina non riconquisterà la Crimea». Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass, rispondendo a quanto affermato dal presidente ucraino Volodymyr…

25 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia