Il consumo di farmaci in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il consumo di farmaci in Italia

farmaci_aifaIn tutto il 2012, gli italiani hanno acquistato – attraverso farmacie pubbliche e private – oltre 1,8 miliardi di confezioni di medicinali. Per una media di trenta confezioni pro capite. Lo rende noto l’Agenzia italiana del Farmaco, che attraverso il suo ultimo rapporto, realizzato sulla base dei dati raccolti nel 2012 dall’Osservatorio dei medicinali (OsMed) dell’Afia e presentato nella giornata di mercoledì, fornisce un quadro dettagliato sullo stato di salute degli italiani.
Ogni giorno, rilevano gli autori dello studio, sono state prescritte (ogni mille abitanti) ben 1626,8 dosi. Di queste ben 985 sono state a carico del Servizio Nazionale in regime di assistenza convenzionata (+2,3% rispetto al 2011), “corrispondenti ad oltre un miliardo di confezioni dispensate” (+0,6% su base annua).
Nel complesso della popolazione, “la prevalenza d’uso” (ovvero la percentuale di “assistibili” che hanno ricevuto almeno una prescrizione durante l’anno) è stata pari al 61%. I livelli più alti si sono registrati in due parti della popolazione, in quella anziana e in quella pediatrica. Nove anziani su dieci e un bambino su due hanno ricevuto “almeno una prescrizione durante il 2012”.
Registra un notevole calo, il consumo degli antibiotici: in tutto il 2012, “sono state consumate 21,1 dosi giornaliere” ogni mille abitanti, “facendo registrare una riduzione rispetto all’anno precedente del 6,1%”.
A livello territoriale, il consumo più alto di farmaci “in regime di assistenza convenzionata” si registra in Sicilia, dove vengono utilizzate 1.110 dosi giornaliere ogni mille abitanti. Seguono il Lazio con 1.097,3, la Sardegna con 1.082,5 e la Puglia (1.081,9 dosi giornaliere ogni mille abitanti).
Il consumo più basso? Nella provincia Autonoma di Bolzano, dove quotidianamente ne vengono utilizzate 743,1 ogni mille abitanti.
“Il maggiore incremento del consumo di farmaci – riferisce l’Aifa – si riscontra in Sardegna e in Lombardia (+2%). Dall’altro lato, le maggiori riduzioni nei consumi si sono verificate in Liguria (-2,5%) e in Basilicata (-2,2%)”.
Nel corso dell’ultimo anno, la spesa farmaceutica nazionale totale (che comprende i farmaci distribuiti attraverso le farmacie pubbliche e private e quelli acquistati e dispensati dalle strutture pubbliche) è stata pari a 25,5 miliardi di euro, ovvero circa 430 euro pro capite, circa il 76% dei quali sono stati rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
Per inciso: le strutture sanitarie pubbliche (ospedali, ASL,IRCSS e così via) hanno speso circa 7,9 miliardi di euro (132,9 euro pro capite), ossia il 31% della spesa farmaceutica totale pubblica e privata nel 2012, in aumento rispetto al 2011 (+12,6%).
Complessivamente, la spesa farmaceutica territoriale, pubblica e privata, si è attestata a quota 19.389 milioni di euro (in calo del -5,6% rispetto a quanto registrato nel corso del 2011).

 

Scrivi una replica

News

Cremlino: «Senza legittimità tribunali su azioni Russia»

«I tentativi dell’Occidente di creare un tribunale per indagare sulle azioni della Russia in Ucraina non hanno legittimità»: lo ha detto il portavoce del Cremlino…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel 2021 praticano attività fisico-sportiva 38,6 milioni di persone dai tre anni in su»

«Aumentano le persone di tre anni e più che praticano attività fisico-sportiva nel tempo libero, dal 59,1% del 2000 al 66,2% nel 2021, mentre si…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Tasso di disoccupazione ai massimi dal 1977: 60,5%»

«A ottobre 2022, rispetto al mese precedente, crescono gli occupati, mentre diminuiscono i disoccupati e gli inattivi. L’occupazione (+0,4%, pari a +82mila) aumenta per uomini…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Xi a Michel: «Sostegno a Ue per aumento mediazione»

«La Cina sostiene l’Ue nell’aumentare il ruolo di mediazione nella crisi in Ucraina, guidando la creazione di un’architettura di sicurezza europea equilibrata, efficace e sostenibile».…

1 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia