Italiani poco attenti alle password | T-Mag | il magazine di Tecnè

Italiani poco attenti alle password

password_internetDa una ricerca condotta da Opinion Matters, commissionata da Google, nel periodo compreso tra il 6 e il 19 giugno del 2013, è emerso che il 26% degli internauti italiani abbandona spesso il computer senza eseguire il logout dalle sessioni attive. Di tutta risposta nel 28% dei casi il partner ne ha approfittato, ficcando il naso ad esempio nella posta elettronica o tra i messaggi privati dei social network.
E ancora, il 35% del campione ha dichiarato di aver aggiornato il proprio antivirus, mentre il 26% di aver cliccato su un link di spam. Il 13% degli italiani dichiara di esser riuscito a violare l’account altrui senza esser a conoscenza della password.
Il 33% degli intervistati, soprattutto uomini, dichiara di essere entrato almeno una volta nell’account della propria partner, mentre il 17%, in questo caso soprattutto donne, dichiara di aver fatto la stessa cosa ma violando la privacy di un ex. Il 10% ha invece confessato di aver provato a indovinare la password di un collega di lavoro. Il 62% degli intervistati dichiara di cambiare la password sono quando diventa necessario, il 16% di usare sempre la stessa password, mentre solo il 24% dichiara di cambiare spesso i dati di accesso. Il dato allarmante è quello che riguarda quanti ammettono di aver condiviso la propria password con altri, un comportamento questo che interessa più il mondo femminile che nel 31% dei casi lo fai con il partner.
Il 61% appunta la propria “chiave” da qualche parte, di questi il 23% lo fa su un diario, ovviamente si tratta di un atteggiamento prettamente femminile. Il 14% lo fa in un file nel proprio personal computer, l’11% sul proprio telefono o smartphone e il 6% su un post-it attaccato sulla scrivania.
Tutto ciò lascia intendere che in Italia si da ancora poca importanza alla password. Basti pensare che “password” è ancora tra le chiavi di accesso più in voga (nell’8% dei casi).
Tra le password più utilizzate figurano le date significative, nell’11% dei casi; i nomi dei propri animali domestici, nel 10%. O ancora il nome di un membro della famiglia o il luogo di nascita, il nome del partner o un luogo di vacanza o anche il nome della squadra del cuore.

 

Scrivi una replica

News

Copasir, Guerini eletto presidente

Lorenzo Guerini, deputato del Partito democratico, è stato eletto presidente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, deputato a vigilare sull’operato dei…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Mosca: «Attacco con un drone di Kiev nella regione russa di Kursk»

Un drone ucraino ha attaccato un aeroporto nella regione russa di Kursk, al confine con l’Ucraina. Lo ha reso noto il suo governatore dopo che…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indonesia, approvata la legge che vieta il sesso fuori dal matrimonio

 Il Parlamento indonesiano ha approvato degli emendamenti legislativi che vietano il sesso prematrimoniale e apportano altre modifiche significative al Codice penale del Paese. Gli atti…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fitch: «Tagliate stime del Pil mondiale: migliora l’Italia»

«Il mondo nel 2023 ‘rallenta’. Infatti il Pil a causa dell’intensificarsi della lotta all’inflazione da parte delle banche centrali e del deterioramento delle prospettive del…

6 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia