Bollette più care dal 2000 per i rifiuti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Bollette più care dal 2000 per i rifiuti

mondezzaTra l’inizio degli anni duemila ed il 2013 le bollette relative all’asporto dei rifiuti hanno registrato un aumento del 67%. Nel periodo preso in esame si è passato dai 270 euro di 13 anni fa ai 451 euro previsti dall’entrata della Tares. Nel complesso la nuova tassa costerà agli italiani ben due miliardi di euro in più rispetto al costo complessivo del binomio Tarsu-Tia.
Salgono le tasse ma scendono i rifiuti: basti pensare che, secondo la Cgia di Mestre, negli ultimi cinque anni la produzione di rifiuti è scesa del 5% mentre è aumentata del 30% l’incidenza della raccolta differenziata.
Nel 2000, spiega il centro studi della Cgia di Mestre elaborando i dati Istat, la tassa per l’asporto dei rifiuti pro capite si attestava a 115 euro mentre per famiglia a 270. Nel 2002 la spesa pro capite si attestava a 124 euro mentre per famiglia a 280.
Nel 2006 la tassa pro capite era di 166 euro e per famiglia 354 mentre nel 2008 176 pro capite e 363 a famiglia.
Saltando al 2011 si può notare che mentre la spesa pro capite è stata di 202 euro, a famiglia è stata di 399 per arrivare a 228 pro capite nel 2013 e 451 a famiglia. Per arrivare a coprire in toto la spesa per il servizio di raccolta e smaltimento le tasse dovranno aumentare, stima la Cgia, del 12 nel Nord d’Italia, del 21,7% al Centro e del 16,3% nel Mezzogiorno.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,3 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.341.755. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, nel 2019 l’inquinamento atmosferico ha ucciso 6,7 milioni di persone

Nel 2019, l’inquinamento atmosferico ha causato la morte di 6,7 milioni di persone in tutto il mondo, rendendolo la quarta causa di morte dietro l’ipertensione,…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, nel secondo trimestre il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Pil

Nel secondo trimestre del 2020, il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Prodotto interno lordo – è il secondo più alto nell’Ue, dopo…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, il Premio Sakharov è stato assegnato all’opposizione bielorussa

Il Parlamento europeo ha assegnato all’opposizione bielorussa il Premio Sakharov, che viene conferito a individui e gruppi che difendono i diritti umani e le libertà…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia