Immigrazione, Kyenge: “Le frontiere del nostro Paese sono quelle europee” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Immigrazione, Kyenge: “Le frontiere del nostro Paese sono quelle europee”

Il ministro dell’Integrazione, Cecile Kyenge, ha detto: “Non vanno bene soluzioni paternalistiche, bisogna essere più pragmatici. La priorità deve essere la lotta contro discriminazione e xenofobia, perché l’immigrato deve essere visto come un individuo. Non solo, l’immigrato è una persona capace di dare un contributo alla crescita economica del Paese, e perciò deve essere visto come un lavoratore e un contribuente”.
“Le frontiere del nostro Paese sono quelle europee – aggiunge -. Bisogna considerare l’Italia all’interno della Comunità europea. E in questa prospettiva l’Italia deve guardare a se stessa, ma deve farlo all’interno di quella grande famiglia che è l’Europa”.

 

Scrivi una replica

News

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Spadafora: «Su palestre, piscine e centri sportivi prevalsa scelta di buon senso»

«Palestre, piscine e centri sportivi restano aperti!». Ill ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ha commentato così le misure contenute nell’ultimo…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi hanno superato i 40 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 40.076.184 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia