Federalbeghi: “Per ponte 1° novembre lieve aumento dei vacanzieri” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Federalbeghi: “Per ponte 1° novembre lieve aumento dei vacanzieri”

Saranno circa 7 milioni gli italiani (tra maggiorenni e minorenni) in viaggio nei prossimi giorni, che trascorreranno almeno 1 notte fuori casa (rispetto ai 6,9 milioni del 2012).
Questo numero equivale ad un +1,7% della popolazione rispetto allo stesso periodo del 2012. Il 90% di italiani (rispetto all’87,5% del 2012) rimarranno nel Bel Paese, mentre l’8% (come nel 2012) andranno all’estero.
Saranno le località montane quelle più frequentate durante questo ‘ponte’ del 1° novembre.
Il 39% (come nel 2012) di coloro che si muoveranno le preferiranno ad altri lidi. Il 24% (come nel 2012) andranno in località di mare.
Il 19% (rispetto al 20% del 2012) si recheranno in località d’arte, un 2,4% (rispetto al 2,9% del 2012) coglieranno questa occasione per ritemprarsi in località termali e del benessere ed un 3,5% (rispetto al 3,8% del 2012) andrà in località lacuali.
L’8,6%, infine, indica un altro tipo di località e saranno essenzialmente coloro che si recheranno nei loro centri di origine per onorare la festività di Ognissanti.
Per quei pochi che sceglieranno mete estere per questa breve pausa vacanziera, le grandi capitali europee faranno la parte del leone con addirittura il 61,6% della domanda complessiva.
L’11,8% andrà oltre oceano in visita alle grandi capitali extra-europee. Un 13,3% sceglierà le montagne d’oltre confine ed un 6,6% opterà per mari esotici.
L’albergo sarà la struttura prescelta dal 32% dei viaggiatori (rispetto al 32,6% del 2012), seguito dal 29,5% di chi andrà in casa di parenti o amici (rispetto al 29,2% del 2012) e dal 14,8% che si recherà in casa di proprietà (rispetto al 14,9% del 2012). L’agriturismo sarà scelto dal 5% dei viaggiatori (rispetto al 5,1% del 2012), il Bed & Breakfast dal 4,5% dei vacanzieri (rispetto al 6,7% del 2012), il residence dal 3,3% (rispetto allo 0,8% del 2012) ed il rifugio alpino salirà al 3,1% delle preferenze (rispetto all’1,6% del 2012).
La spesa media pro-capite, comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti, si attesterà sui 249 Euro (rispetto ai 247 del 2012 per un +0,8%).
Da ciò un giro d’affari che si attesterà su 1,74 miliardi di Euro (rispetto a 1,71 miliardi di Euro del 2012 per un +1,4%).
Chi resterà in Italia spenderà mediamente 221 Euro (come nel 2012) e 526 Euro a persona (rispetto ai 541 Euro del 2012) verranno invece mediamente spesi da chi sceglierà una vacanza oltre confine.
La durata media del soggiorno durante questo ‘ponte’ del 1° novembre, sarà infine di 2,5 notti trascorse fuori casa (rispetto alle 2,9 notti del 2012).
E’ quanto riporta una nota diffusa da Federalberghi.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Gualtieri: «Momento difficile, ma ce la faremo anche questa volta»

«Possiamo ripartire e abbiamo davanti a noi una prospettiva di rilancio, sviluppo e crescita grazie anche alle risorse europee». Lo ha detto il ministro dell’Economia,…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, von der Leyen: «Dobbiamo intensificare la risposta dell’Ue»

In questa fase dell’emergenza sanitaria, «dobbiamo intensificare la nostra risposta dell’Unione europea». Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. «Invito gli…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Michel: «3 o 4 vaccini entro l’inizio del 2021»

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, intervistato da Rtl France, ha reso noto che l’Ue si augura che tra la fine del 2020 l’inizio…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, positivo il presidente del Parlamento iraniano

Mohammad Bagher Qalilbaf, presidente del Parlamento iraniano, è attualmente in quarantena dopo esser risultato positivo al coronavirus.…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia