Record di fallimenti per le imprese | T-Mag | il magazine di Tecnè

Record di fallimenti per le imprese

I dati sulle aziende italiane registrati nel 2013 segnano di fatto un record negativo

Schermata 2013-11-15 a 11.10.08Sono state quasi diecimila le imprese fallite nei primi nove mesi del 2013. A rendere noti i dati elaborati dal Cerved è l’Ansa, che spiega come il settore più colpito sia quello delle industrie dei servizi, che segnano un aumento del 14% nelle chiusure. Con un +11% segue il settore manifatturiero e con un aumento del 9,7% quello edile.
Il dato generale sui fallimenti ha registrato un aumento del 12% rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno, mentre in confronto al trimestre precedente l’aumento è stato del 9%.
A soffrire di più sono state le società di capitale, con un aumento del 12%. Le società di persone che hanno chiuso i battenti nel periodo in questione sono state il 10% in più in confronto allo scorso anno, mentre le altre forme giuridiche hanno registrato un incremento dell’11%.
Veniamo ora alla ripartizione territoriale: la regione più colpita è la Lombardia con 2.250 chiusure per fallimento, segnando una aumento del 13%.
Male anche in Emilia Romagna e Veneto dove, in entrambi i casi, i fallimenti sono aumentati del 19%. Analoga situazione nel Lazio, dove si è registrato un aumento del 15%. Tendenza negativa anche nel Mezzogiorno.
Uniche regioni in controtendenza sono state la Liguria e l’Umbria dove i fallimenti sono scesi rispettivamente dell’11 e del 18%. Nel terzo trimestre del 2013 si è registrato anche un aumento di circa 14 mila unità nella consegna di procedure di liquidazione volontaria, il 5,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2012. Nei primi nove mesi l’aumento è stato di oltre 50 mila unità.
L’aumento è stato registrato soprattutto nel caso delle società che non hanno depositato alcun bilancio nell’ultimo triennio. Sono calate, invece, dello 0,9% le liquidazioni tra le società di persone.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Mattarella: «In questa fase serve responsabilità collettiva»

«In questa fase serve la responsabilità collettiva, comportamenti diffusi». Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo in occasione della cerimonia di di…

20 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Mai escluso l’accesso al Mes»

«Non ho mai escluso l’accesso al Mes». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando a Bruno Vespa per il libro Perché l’Italia…

20 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia