Quanto costa la politica agli italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanto costa la politica agli italiani

CORRUZIONE: SPRINT COMMISSIONI CAMERA, IN AULA LUNEDI'Quanto pesa la politica sulle tasche degli italiani? Nonostante si tratti di un argomento più volte affrontato, ben poco si è sceso nel dettaglio della questione. Ad affrontare più approfonditamente il tema ci ha pensato la Uil che nel suo studio spiega che, tra costi diretti e indiretti, la politica pesa all’economia italiana circa 23,2 miliardi di euro all’anno.
Solo per il funzionamento degli Organi Istituzionali, quindi lo Stato Centrale e le Autonomie Territoriali, nell’anno in corso, si stanno spendendo oltre 6,1 miliardi di euro. Un dato in calo del 4,6% rispetto al 2012 (circa 293,3 milioni di euro in meno). A questi si aggiungono 2,2 miliardi per le consulenze, 2,6 miliardi per il funzionamento degli organi delle società partecipate, 7,1 miliardi di euro per il sovrabbondante sistema istituzionale e altri 5,2 miliardi di euro per spese tra cui le auto blu.
In tutto si tratta di una somma che grava sulle tasche di ogni contribuente circa 757 euro medi annui, per un peso dell’1,5% sul Pil.
Ma chi vive di politica? Circa 1,1 milione di persone, di cui “144 mila tra Parlamentari, Ministri, Amministratori Locali, di cui 1.041 Parlamentari nazionali ed europei, Ministri e Sottosegretari; 1.270 Presidenti, Assessori e Consiglieri regionali; 3.446 Presidenti, Assessori e Consiglieri provinciali; 138.834 Sindaci, Assessori e Consiglieri comunali”.
A questo esercito di“uomini e donne della politica” vanno aggiunti oltre 24 mila consiglieri di amministrazione delle società pubbliche; oltre 45 mila persone negli organi di controllo; 39 mila persone di supporto degli uffici politici e altre 324 mila persone di apparato politico come portaborse, collaboratori e segreterie, più altre 545 mila persone con contratti di consulenze o altri incarichi.
Saranno invece pari a tre miliardi di euro, secondo le stime della Uil per il 2013, i costi relativi al funzionamento degli Organi dello Stato centrale, come la Presidenza della Repubblica, Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Corte Costituzionale e Presidenza del Consiglio. Una spesa che corrisponde a 97 euro a contribuente: in calo del 4% rispetto al 2012.
Guardando ogni singola voce: la Presidenza della Repubblica a fine anno costerà 228 milioni di euro, la Camera 943 milioni di euro, il Senato 505 milioni di euro. I rimborsi per le spese elettorali ammontano a 91,4 milioni di euro, in diminuzione del 50% rispetto al 2012.
Mentre le spese relative alla Corte Costituzionale ammontano a 52,7 milioni di euro.
“Per il funzionamento della Corte dei Conti – spiega lo studio -, Consiglio di Stato, CNEL, CSM, Consiglio Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia, sono previste spese per 501 milioni di euro, (16 euro per contribuente), in aumento dello 0,3% rispetto al 2012.
In particolare: per la Corte di Conti la spesa è di 269 milioni di euro, per il Consiglio di Stato 176,3 milioni di euro, per il CSM 34,7 milioni, Cnel 19,1 milioni di euro, per il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia 1,8 milioni di euro.
Solo per il funzionamento della Presidenza del Consiglio, per il 2013, si prevedono spese per 458,6 milioni di euro, circa 15 euro a contribuente, in aumento dell’11,6% rispetto allo scorso anno.
Per l’indirizzo politico dei Ministeri le spese ammontano invece a 201,7 milioni di euro, sette euro a cittadino contribuente, spesa in calo del 4,7% rispetto al 2012.
Per concludere veniamo ora ai costi per gli Organi di Regioni, Province e Comuni per i quali i costi ammontano a 3,1 miliardi di euro, 101 euro medi a contribuente.

 

Scrivi una replica

News

Governo, Conte: «Aiutateci a rimarginare la crisi in atto»

«Aiutateci a rimarginare la crisi in atto». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alla Camera dei deputati. «Cari cittadini, la fiducia…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Navalny: «Nonno-Putin ha paura»

«Ho visto che molte volte si sono fatti beffe del sistema giudiziario ma presumo che il nonno che se ne sta nel bunker (Vladimir Putin,…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Portavoce Navalny: «Mosca non lo fa parlare con l’avvocato»

«L’avvocato di Alexey, Olga Mikhailova, è stata davanti al dipartimento di polizia di Khimki per un’ora, ha presentato alla polizia il suo mandato e le…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: «Rilascio immediato di Navalny»

La Germania ha chiesto il rilascio immediato dell’oppositore russo, Alexey Navalny, con il ministro degli esteri tedesco che ha definito incomprensibile l’arresto. Anche il presidente…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia