Il centrodestra conferma il vantaggio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il centrodestra conferma il vantaggio

Il monitor politico di Tecnè per TGCOM24

elezioniIl Pd è il primo partito sia alle elezioni politiche che alle europee. Forza Italia e Movimento 5 Stelle in crescita. Questo è quanto emerge dall’outlook politico Tecnè per TGCOM24, datato 11 febbraio 2014.
Singolarmente il Partito democratico conquista il 31,0%, in lievissimo calo (-0,2%) rispetto alla precedente rilevazione. Crescono sia Forza Italia (+0,2%) che il Movimento 5 Stelle (+1,1%). Rispettivamente al 25,4% e al 21,6%. Il Nuovo Centrodestra sfiora soltanto il 4,5%, fermandosi al 4,3% (-0,2%). Perdono entrambi lo 0,1% la Lega Nord (ora al 3,4%), l’Udc (al 2,5%) e Sinistra ecologia e libertà (al 2,1%).
Pur perdendo lo 0,7%, il Centrodestra (Forza Italia – Nuovo Centrodestra – Udc – Altri) si conferma la prima forza politica del Paese con il 39,4%. Gran lunga più distante il Centrosinistra (Partito democratico – Sinistra ecologia e libertà – Altri) al 33,7% (-0,4%). L’area degli incerti-non voto si attesta al 48,9% (+1,2%). Se si votasse con il sistema proporzionale in vigore attualmente, il Centrodestra conquisterebbe 256 seggi. Il Centrosinistra ne otterrebbe 219, mentre il Movimento 5 Stelle si fermerebbe a 142. Con l’Italicum andrebbe diversamente: Centrodestra (325), Centrosinistra (178) e Movimento 5 Stelle (114). Diverso il discorso se si votasse oggi per le elezioni europee, il Partito democratico conquisterebbe il 29,6%. Oltre il 20% anche Forza Italia (23,5%) e il Movimento 5 Stelle (25,4%). Evidente il distacco con il resto dei partiti, nessuno dei quali riuscirebbe a raccogliere consensi superiori al 4%: Lega Nord (3,9%), Nuovo Centrodestra (3,7%), Fratelli d’Italia (3,0%), Sinistra ecologia e libertà (2,4%) e Udc (2,3%). Mentre l’area degli incerti-non voto si attesterebbe al 53,7%.
Calano lievemente (-0,9%) i consensi nei confronti del governo guidato dal presidente del Consiglio Enrico Letta, che viene giudicato con favore dal 21,0% degli italiani. Di gran lunga superiore la percentuale di chi, invece, esprime un parere negativo: 58,6% (+0,4%). Il 20,4% ha preferito non esprimere alcun parere.

Il sondaggio è stato effettuato l’11 febbraio 2014 con metodo Cati su un campione probabilistico articolato per sesso, età, area geografica, ampiezza centri con ponderazione all’universo sociodemografico e politico composto da 1.000 intervistati. Margine d’errore +/- 3,1%.

Sfoglia il sondaggio Tecnè-TGCOM24

 

Scrivi una replica

News

Referendum per il taglio dei parlamentari, il Viminale: «Ha votato il 53,84% degli aventi diritto»

Il ministero dell’Interno il dato definitivo sull’affluenza per il referendum sul taglio per i parlamentari. Ha votato il 53,84% degli aventi diritto. In quanto confermativo…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Referendum taglio parlamentari, Di Maio: «Raggiunto un risultato storico»

«Quello raggiunto oggi è un risultato storico». Lo ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri ed ex capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, chi arriva in Italia da Parigi dovrà sottoporsi al tampone

Chi arriva in Italia da Parigi e da «altre aree della Francia con significativa circolazione del virus» deve sottoporsi al tampone. Lo ha stabilito un’ordinanza…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Unimpresa: «Dal 2010 ad oggi i prestiti alle imprese sono crollati di oltre 186 miliardi di euro»

Negli ultimi dieci anni, i prestiti delle banche italiane alle imprese sono diminuiti di oltre 186 miliardi di euro, passando dagli 856 miliardi di luglio 2010 ai 669…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia