Il via libera ai matrimoni gay nel Regno Unito | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il via libera ai matrimoni gay nel Regno Unito

gayDalla mezzanotte di sabato 29 marzo il Regno Unito è ufficialmente il 15esimo Paese ad aver legalizzato i matrimoni tra persone dello stesso sesso. La legge, approvata a luglio dai tre principali partiti (Conservatori, Laburisti e Lib-Dem) ed entrata in vigore proprio il 28 marzo, ha dato il via a diverse celebrazioni in tutto il Paese. Il provvedimento fa sì che le coppie omosessuali beneficino degli stessi diritti di quelle eterosessuali. Via dunque alle adozioni, alla procreazione assistita e alla gestazione d’appoggio. Unica clausola: il divieto di convogliare a nozze in una chiesa anglicana. Eppure lo stesso Nick Holtam, vescovo della Chiesa anglicana di Salisbury, sembra aprire positivamente alla questione: “Il matrimonio tra coppie omosessuali incarna un impegno ad essere fedeli, amorevoli e per la vita. Queste sono virtù che la Chiesa d’Inghilterra vuole vedere esaltate nella società”.
Secondo le agenzie di stampa britanniche i matrimoni, celebrati in Inghilterra e in Galles nel corso del weekend appena terminato, sono stati circa cinquecento e tante altre celebrazioni sono previste per ottobre in Scozia, dove la legge è stata approvata in via definitiva nel febbraio 2014. Solo l’Irlanda del Nord, ad oggi, non ha ancora approvato l’apertura al matrimonio tra persone dello stesso sesso.
“In Gran Bretagna – spiega un soddisfatto David Cameron – non sarà più importante sapere se sei eterosessuale o omosessuale: lo Stato riconoscerà il rapporto nello stesso modo. E’ un momento storico che dimostra come il Regno Unito sia un Paese che continuerà ad onorare la sua tradizione di rispetto, tolleranza ed eguaglianza. Un momento che manda un messaggio forte ai giovani”. Stando ad un sondaggio della Bbc, sono proprio i giovani a comporre, per la maggior parte, quel 68% di opinione pubblica che si dichiara a favore della legalizzazione delle nozze tra omosessuali. Sempre dallo stesso studio emerge però che un 22% di intervistati si dice convinto che, qualora ricevesse l’invito, non parteciperebbe mai ad un matrimonio di questo tipo.
Il primo matrimonio si è celebrato pochi minuti oltre la mezzanotte del 29 a Brighton (consideratala capitale dei gay del Regno Unito) tra Neil Allard e Andrew Wale. “Siamo sempre più consapevoli di quanto siamo fortunati a vivere in una parte del mondo relativamente tollerante”, spiega Wale.
Anche Elton John ha annunciato, alla Nbc, la data del suo matrimonio con lo storico compagno David Furnish.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Biden: «C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con Nato e Ue»

«C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con la NATO e l’Ue». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, incontrando…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Il virus è più rapido dei vaccini»

«Il virus si sposta più rapidamente della distribuzione mondiale dei vaccini». A denunciarlo il direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus, invitando i Paesi produttori un maggiori…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa 10mila nuovi casi: la California lo Stato più colpito dalla pandemia

Gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno registrato 193 decessi e 10.800 nuovi casi.  La California è ora lo stato più colpito dalla pandemia…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina contro la Nato: “Esagerate con la teoria della minaccia”

“La Nato vuole creare scontri”. E’ l’accusa lanciata dalla Cina in seguito all’accordo raggiunto dagli alleati occidentali su un’azione comune di contrasto alle politiche, spesso…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia