La lenta ripresa del mercato dell’auto | T-Mag | il magazine di Tecnè

La lenta ripresa del mercato dell’auto

mercato_autoProsegue la ripresa del mercato automobilistico italiano. A marzo 2014, spiega il Ministero dei Trasporti, la Motorizzazione ha immatricolato 139.337 autovetture, riportando un aumento del 4,96% rispetto a marzo 2013, quando ne furono immatricolate 132.753. Nello stesso periodo di marzo 2014 sono stati registrati 366.276 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -2,27% rispetto a marzo 2013, durante il quale ne furono registrati 374.783 (nel mese di febbraio 2014 sono stati invece registrati 353.242 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +2,87%  rispetto a febbraio 2013, durante il quale ne furono registrati 343.403). Nel mese di marzo 2014 il volume globale delle vendite (505.513 autovetture) ha dunque interessato per il 27,56% auto nuove e per il 72,44% auto usate.
Tra il primo e il terzo mese dell’anno in corso la Motorizzazione ha in totale immatricolato 376.519 autovetture, con una variazione di +5,82% rispetto al periodo gennaio-marzo 2013, durante il quale ne furono immatricolate 355.818. Nello stesso periodo di gennaio-marzo 2014 sono stati registrati 1.079.568 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -0,80% rispetto a gennaio-marzo 2013, durante il quale ne furono registrati 1.088.327.
In crescita del 3,8% le immatricolazioni della Fiat (Panda, 500L, 500, Punto sono le auto più vendute in Italia) e dell’1,4% quelle di Alfa Romeo. Importante la crescita registrata da Jeep: +57,2%.
In verità, spiega l’Unrae, la domanda delle famiglie risulta piuttosto stagnante. Il dato emerso nei tre mesi appena trascorsi, ovvero che la domanda è risultata in linea (se non in leggero calo) con i primi tre mesi dello scorso anno, è sintomatico del fatto che ancora troppe poche persone cambiano la propria auto con una nuova (con impatti sulle Concessionarie, sul livello delle emissioni e sulla sicurezza della circolazione). “Solo nel mese di marzo – sottolinea  l’Associazione dei Costruttori esteri in Italia – con il 58% di quota le vendite a privati hanno raggiunto il valore più basso della storia. per le famiglie italiane la mobilità individuale è ancora un bene eccessivamente oneroso sia dal punto di vista dell’utilizzo che da quello fiscale”.

 

Scrivi una replica

News

Istat: «A settembre migliora il clima di fiducia di consumatori e imprese»

«A settembre 2020 migliorano sia il clima di fiducia dei consumatori (da 101,0 a 103,4) sia quello delle imprese (l’indice composito sale da 81,4 a…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi registrati hanno raggiunto i 32,2 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 32.255.574 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, il carnevale di Rio de Janeiro è stato rinviato a tempo indeterminato

L’edizione 2021 del carnevale di Rio de Janeiro è stata rinviata, a causa della pandemia. Previsto per febbraio, l’evento è stato rinviato a tempo indeterminato. «L’evento…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, l’Oms: «L’Italia ha reagito con forza, ribaltando la traiettoria dell’epidemia»

«L’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere stato pesantemente colpito dal Covid-19». Lo ha ricordato l’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità, elogiando, in un…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia