Stati Uniti: disoccupazione scende al 6,1% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Stati Uniti: disoccupazione scende al 6,1%

unemploymentMentre lo scacchiere internazionale tiene in apprensione la Casa Bianca (tanto per far capire il clima: il governo statunitense ha annunciato che verranno adottate nuove misure di sicurezza per i voli diretti e riguarderanno anche gli aeroporti – anche se non è stato specificato quali – degli altri continenti). Sul fronte dell’economia, almeno, Obama può tirare un sospiro di sollievo. È vero che i dati sono contraddittori (la settimana scorsa il Dipartimento del Commercio comunicava la contrazione del Pil del 2,9% nel primo trimestre dell’anno, negli stessi giorni in cui il mercato immobiliare registrava un’impennata che non si verificava da anni), ma sul fronte dell’occupazione le cose vanno meglio del previsto.
Nel mese di giugno, infatti, negli Stati Uniti sono stati creati 288 mila nuovi posti di lavoro, quando gli analisti ne attendevano 215 mila. Il tasso di disoccupazione è sceso a quota 6,1% dal 6,3% di maggio.
Tuttavia soltanto il 62,8% degli americani è occupato o in cerca di lavoro, una porzione che è ai minimi da oltre 30 anni. Inoltre c’è anche da sottolineare che la creazione di nuovi posti di lavoro è trainata dai settori con retribuzioni inferiori. Il retail ha creato 40 mila posti e il turismo 39 mila, il settore manifatturiero 16mila e le costruzioni seimila. La retribuzione media nel settore privato è salita di sei centesimi a 24,45 dollari, il 2% in più rispetto a un anno fa.
Anche se il dato sull’occupazione “è incoraggiante”, ha commentato Jason Furman, presidente del Council of Economic Advisers della Casa Bianca, “molte famiglie stanno ancora facendo i conti con la disoccupazione di lungo termine e i salari sono stagnanti da decenni”.
“Nella prima metà dell’anno – ha quindi aggiunto – sono stati creati 1,4 milioni di posti di lavoro, il massimo per i primi sei mesi di un anno dal 1999”.

 

Scrivi una replica

News

Musica, nel primo trimestre le vendite dei vinili hanno superato quelle dei cd

Tra gennaio e marzo 2021, in Italia, i ricavi vendite di vinili hanno superato quelle dei cd. Non accadeva dal 1991. Questo è quanto emerge…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, la Bce ha lasciato invariati i tassi di interesse

La BCE, la Banca centrale europea, ha lasciato i tassi di interesse invariati. La decisione è stata riferita al termine della riunione di politica monetaria.…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, Mosca ha annunciato la fine delle operazioni militari al confine con l’Ucraina

La Russia ha concluso le «attività di verifica nei distretti del sud e dell’occidente russo». Così il ministro della Difesa russo, Serghiei Shoigu, ha annunciato…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Clima, Cingolani: «Potremmo fare di più ma alcune misure sono letali per alcune categorie di lavoratori»

«Potremmo fare molto di più per essere verdi ma dobbiamo fare attenzione perché alcune misure potrebbero essere letali per le categorie più colpite dalla crisi».…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia