Cresce il rischio di usura | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cresce il rischio di usura

BANCHE“A seguito della forte contrazione dei prestiti praticata dalle banche alle famiglie e alle imprese, c’è il pericolo che l’usura, soprattutto nel Mezzogiorno, assuma dimensioni preoccupanti”, così il presidente della Cgia, Giuseppe Bortolussi, ha commentato il fatto che, negli ultimi due anni, le banche hanno erogato a famiglie e imprese quasi cento miliardi di euro in meno.
Precisamente tra la fine del 2011 e quella del 2013 il calo degli impieghi bancari a famiglie e imprese è stata di 97,2 miliardi di euro. 9,6 miliardi in meno alle famiglie, per un calo dell’1,9%, e 87,6 miliardi in meno alle imprese, per un calo dell’8,8%.
Un calo, spiega la Cgia, dovuto, oltre che “agli effetti della crisi economica e al calo della domanda di credito”, anche all’aumento delle sofferenze bancarie. Un dato che a giugno ha raggiunto il record di 168 miliardi di euro.
Il rischio di usura è maggiore nelle regioni del Sud, tanto che confrontando le rilevazioni degli ultimi 15 anni è emerso che “nel 2013 la Campania, la Calabria, l’Abruzzo, la Puglia e la Sicilia sono le realtà dove la “penetrazione” di questo drammatico fenomeno ha raggiunto i livelli maggiori” e c’è il timore che possa raggiungere in tempi brevi livelli ancora più preoccupanti.
L’indice del rischio di usura (calcolato sulla base di parametri come la disoccupazione, i fallimenti, i protesti, i tassi di interesse applicati, le denunce di estorsione e di usura, il numero di sportelli bancari e il rapporto tra sofferenze ed impieghi registrati negli istituti di credito) si attesta a 164,3 punti in Campania, contro un livello medio nazionale di 100 punti. Piuttosto elevato anche in Calabria, dove si attesta a 146,6, in Abruzzo, a 144,6; in Puglia, a 139,4; e in Sicilia, a 136,2. Il dato più basso si registra in Trentino Alto Adige, con indice di usura a 51,8 punti. Bene anche il Friuli Venezia Giulia, con 72,2, e Veneto, con 73,1 punti.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, oltre 24milioni di casi negli Usa

Sono oltre 24 milioni i casi registrati da inizio pandemia negli Stati Uniti, dove si contano anche 400mila vittime.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 118 nuovi casi in Cina

Sono 118 i nuovi casi di coronavirus registrati in Cina, i cui 106 trasmessi localmente e 12 importati.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, con coprifuoco alle 18 casi diminuiti del 16%

Le misure restrittive adottate in Francia e il coprifuoco anticipato alle 18 cominciano a dare effetti positivi sulla pandemia. Infatti, il numero di contagi è…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Messico: «Biden riveda riforme sull’immigrazione»

«Il nuovo presidente americano deve rivedere sulle riforme politiche di immigrazione del Paese. Lo ha detto il presidente messicano, Andres Manuel Lopez Obrador, mentre migliaia…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia