A giugno vendite al dettaglio ferme | T-Mag | il magazine di Tecnè

A giugno vendite al dettaglio ferme

commercio_al_dettaglioA giugno 2014 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) resta invariato rispetto al mese precedente. Nella media del trimestre aprile-giugno 2014, l’indice mostra una flessione rispetto ai tre mesi precedenti (-0,2%).
Nel confronto con maggio 2014, le vendite di prodotti alimentari segnano un lieve aumento (+0,1%) mentre quelle di prodotti non alimentari un leggero calo (-0,1%).Rispetto a giugno 2013, l’indice grezzo del valore totale delle vendite registra una diminuzione del 2,6%. Variazioni tendenziali negative si registrano sia per le vendite di prodotti alimentari (-2,4%) sia per quelle di prodotti non alimentari (-2,8%). Con riferimento alla forma distributiva, nel confronto con il mese di giugno 2013, le vendite diminuiscono sia per le imprese della grande distribuzione (-1,3%) sia per quelle operanti su piccole superfici (-3,9%). Nel primo semestre del 2014, l’indice grezzo diminuisce dell’1,0% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione dello 0,7% e quelle di prodotti non alimentari dell’1,1%. Lo comunica l’Istat.

Andamento delle vendite
Nello specifico, nel confronto con il mese di giugno 2013 le vendite delle imprese della grande distribuzione segnano una flessione dell’1,3% e quelle delle imprese operanti su piccole superfici una flessione del 3,9%. Nella grande distribuzione le vendite diminuiscono, in termini tendenziali, dell’1,4% per i prodotti alimentari e dell’1,1% per quelli non alimentari. Nelle imprese operanti su piccole superfici le vendite segnano un calo del 5,0% per i prodotti alimentari e del 3,7% per i prodotti non alimentari.
Con riferimento alla tipologia di esercizio della grande distribuzione, a giugno 2014 si rileva una flessione dell’1,5% per le vendite degli esercizi non specializzati ed un lieve aumento per quelli specializzati (+0,1%). All’interno dei primi, diminuiscono dell’1,6% le vendite degli esercizi a prevalenza alimentare e dello 0,7% quelle degli esercizi a prevalenza non alimentare.
In particolare, per quanto riguarda gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, le vendite dei discount aumentano dello 0,5%, mentre diminuiscono quelle dei supermercati e quelle degli ipermercati (rispettivamente -2,5% e -1,3%).
Con riferimento alla dimensione delle imprese, nel mese di giugno 2014 il valore delle vendite diminuisce, in termini tendenziali, del 5,4% nelle imprese fino a 5 addetti, del 3,1% in quelle da 6 a 49 addetti e dello 0,7% in quelle con almeno 50 addetti.
Per quanto riguarda il valore delle vendite di prodotti non alimentari, a giugno 2014 le vendite diminuiscono, in termini tendenziali, in tutti i gruppi di prodotti. Le flessioni più contenute riguardano i gruppi Giochi, giocattoli, sport e campeggio (-0,6%) ed Elettrodomestici, radio, tv e registratori (-0,8%); le variazioni negative di maggiore entità, invece, riguardano i gruppi Cartoleria, libri, giornali e riviste (-5,3%) e Altri prodotti (gioiellerie, orologerie) (-4,6%).

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Trump: «Sono stati quattro anni incredibili»

«Sono stati quattro anni incredibili». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in occasione del suo ultimo discorso a Washington, prima di…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, morto il ministro degli Esteri dello Zimbabwe

Il governo dello Zimbabwe ha reso noto che il ministro degli Esteri, Sibusiso Moyo ha perso la vita dopo aver contratto il coronavirus.…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Olanda annuncia primo coprifuoco dal dopoguerra

Il governo olandese, per contrastare la pandemia, ha annunciato il coprifuoco a partire da domani e sarà dalle 20.30 fino alle 4.30. Si tratta del…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Costa: «È la più grande sfida dal dopoguerra per l’Ue»

«Con la pandemia da Covid-19, l’Europa sta vivendo la sua più grande sfida dal dopoguerra. In meno di un anno, quasi mezzo milione di vite…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia