La Fifa ad un anno dalle elezioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

La Fifa ad un anno dalle elezioni

di Mirko Spadoni

BlatterJoseph Blatter si candiderà alla presidenza della Fifa. “La mia missione non è finita”, ha spiegato lunedì nel corso di una video-intervista in occasione della convention internazionale Soccerex a Manchester. L’ufficialità arriverà invece nel corso del Comitato esecutivo in programma il 25 e il 26 settembre. “Dirò alla famiglia del calcio che sarà pronto. Sarò candidato”, ha ribadito Blatter.
Una decisione che non ha colto di sorpresa il presidente della Uefa, Michel Platini, che nei giorni scorsi aveva annunciato di non volersi candidare alla presidenza della federazione. “La Uefa sta lavorando ad alcuni progetti molto importanti e io desidero vederli portati a compimento prima di prendere in considerazione l’ipotesi di nuove sfide. Questo non è il momento, non è il mio momento. Non ancora”, aveva spiegato l’ex calciatore della Juventus.
Indipendentemente dal risultato delle votazioni, Blatter lascia una Federazione economicamente sana. “Mai i nostri introiti sono stati così alti”, aveva commentato il segretario generale della Fifa Jérôme Valcke nel marzo scorso, presentando il rapporto finanziario per il 2013. Introiti pari a circa 1,4 miliardi di dollari, riconducibili in larga misura alla vendita dei diritti televisivi (601 milioni) e al marketing (404 milioni). “Le spese – osservava Il Sole 24 Ore – sono state di 1,3 miliardi di dollari, di cui 757 milioni per eventi calcistici (la Fifa ha organizzato sette tornei nel 2013) e 183 milioni per progetti di sviluppo”. Spese compensate appunto dagli introiti che hanno permesso alla Fifa di registrare un utile di 72 milioni di dollari. Le riserve invece ammontano a 1,4 miliardi di dollari. Abbastanza per guardare al futuro con ottimismo. “Nonostante il periodo di crisi, il calcio – aveva osservato Valcke – suscita un interesse sempre maggiore”.
Il budget per il triennio 2015-2018 sarà di 5 miliardi di dollari, di questi 2,3 miliardi saranno garantiti dal marketing e 2,7 dalla vendita dei diritti televisivi. Soldi che, promette la Fifa, verranno reinvestiti totalmente “in sei settori chiave”. Novecento milioni verranno stanziati per “progetti di sviluppo”, 2.1 miliardi per Russia 2018 e 486 milioni per “gli altri eventi Fifa”, ad esempio. Piccolo appunto: nel triennio 1995-1998 il budget a disposizione della federazione era di gran lunga inferiore (257 milioni di dollari, secondo quanto riferito da Valcke).
Nel frattempo, la Fifa è alle prese con le polemiche relative alle condizioni lavorative – disumane, secondo Amnesty International – dei circa 1,8 milioni di operai impiegati nella costruzione delle strutture necessarie al mondiale organizzato dal Qatar. E con l’ipotesi, al momento ancora remotissima, di boicottaggio da parte delle federazioni occidentali dei mondiali russi. Quelli in programma per il 2018.

segui @SpadoniMirko

 

Scrivi una replica

News

Commissione Ue: “Nel 2021 salirà ancora il debito pubblico italiano, ma calerà nel 2022”

Il debito pubblico italiano continua a salire nel 2021 “a causa del protrarsi del sostegno pubblico all’economia, ma poi comincerà a scendere dal 2022”. Lo ha…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, 53 morti per raid israeliani

Si continua ad aggravare il bilancio dei palestinesi rimasti uccisi a Gaza dopo i ripetuti attacchi israeliani, che hanno provocato fin qui 53 morti. Tra…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commissione Ue: “Pil Italia in rialzo nel 2021 del 4,2%”

“Le vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni stanno aprendo la strada alla forte ripresa dell’economia italiana nella seconda metà del 2021. Gli investimenti sostenuti dall’Ue dovrebbero portare…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, razzo anticarro palestinese centra veicolo israeliano

Un razzo anticarro sparato da Gaza ha centrato un veicolo israeliano che si trovava nei pressi della linea di demarcazione. Lo ha reso noto il…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia