L’iPhone 6, l’Apple Watch e altre cose | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’iPhone 6, l’Apple Watch e altre cose

di Matteo Buttaroni

iphone 6Tralasciando i rumors più fantasiosi che dipingevano anche quest’ultimo modello come chissà quale strano e futuristico dispositivo, il nuovo iPhone è effettivamente diverso dai precedenti. Forse questa volta i rancori dei romantici dell’era Steve Jobs si assopiranno, perché quando Tim Cook è salito martedì sera sul palco del Flint Center for Performing Arts di Cupertino (lo stesso palco dove Steve Jobs lanciò il Macintosh) ha lanciato la sua prima, vera, rivoluzione.
Diciamo la verità, con gli ultimi modelli usciti (dal 4 al 5S, ben cinque modelli) la Apple non ha fatto passi da gigante come gli altri grandi marchi (senza per questo incidere negativamente suoi dati economici dell’azienda). Nella maggior parte dei casi gli estimatori di Cupertino hanno definito i vari dispositivi usciti dei semplici restyling. Non che le migliorie siano state poche (la velocità dei processori, l’aumento delle prestazioni delle fotocamere, i cambiamenti grafici e dei display, la lettura dell’impronta digitale) ma non eclatanti come in tanti si aspettavano. Ma ieri chi sedeva davanti al palco o ha seguito l’evento in streaming è rimasto entusiasta. L’iPhone 6 è la prima, grande rivoluzione. L’altra è l’Apple Watch, ma andiamo con ordine.

L’iPhone6 e l’iPhone 6 Plus
L’iPhone 6 si presenta in due versioni, quella standard, con schermo da 4,7 pollici e uno spessore di 6,9 mm, e la Plus, con schermo da 5,5 pollici e 7,1 mm di spessore. Entrambi montano schermi HD e processori A8 a 64 bit garantendo il 25% di velocità in più. Equipaggiati con fotocamera da 8Mp avranno installato il nuovo sistema operativo iOS8 (disponibile per i modelli dal 4S in poi dal 17 settembre). Da Cupertino garantiscono inoltre una durata maggiore della batteria: il direttore marketing globale, Phil Schiller, parla addirittura di 24 ore di autonomia in chiamata 3G. L’iPhone 6 sarà disponibile dal 19 settembre in nove Paesi (esclusa l’Italia) e per il modello base i prezzi spazieranno dai 199 dollari del 32GB ai 399 del 128GB. I Plus costeranno 100 dollari in più. I colori disponibili saranno oro, argento e grigio siderale.

L’Apple Watch
Vediamo ora il “più personale tra i dispositivi”, come definito da Tim Cook: l’Apple Watch.
Con interfaccia a icone tondeggianti, la scocca dell’orologio intelligente sarà rettangolare con angoli smussati e display in cristallo di zaffiro (da 1,5 o 1,65 pollici a seconda del modello) sarà disponibile in tre versioni: Watch, Watch Sport e Watch Edition. Rispettivamente in acciaio, alluminio e oro (e oro rosa) da 18k. Il cinturino sarà interscambiabile per tutti i modelli. “Da secoli – spiegano sul sito dell’Apple -, un elemento caratteristico degli orologi è la corona. La nostra nuova Corona Digitale è un dispositivo di input multifunzione per zoomare, scorrere e selezionare senza coprire il quadrante con il dito. Ed è parte integrante dell’Apple Watch come la ghiera cliccabile lo è per l’iPod o il mouse per il Mac. Anche il nuovo sistema operativo, Watch OS, è tutto nuovo e creato a misura di polso. Le tue app preferite sono subito pronte sulla schermata Home, il nuovo font è ben leggibile a distanza di braccio e il display Retina è sensibile al tipo di pressione, così con un tap fai ancora di più. Tecnicamente parlando, è un gran bel gioiellino”. Ideato per monitorare salute e attività fisica, per utilizzarlo nel pieno delle sue funzioni è però necessario collegarlo ad un iPhone, dal 5 in poi. Per portarlo al proprio polso bisognerà aspettare però il 2015 e il prezzo per il modello base sarà di 349 dollari.

L’Apple Pay
Cupertino ha anche lanciato Apple Pay, il nuovo sistema di pagamenti che, a setta di Cook, permetterà agli utenti della Mela di lasciare a casa bancomat e contanti, consentendo di effettuare i pagamenti mediante iPhone 6 e Apple Watch. Basato su tecnologia NFC (Near Field Communication) basterà avvicinarlo al dispositivo del Pos per effettuare i pagamenti in modo semplice e sicuro. I dati dei pagamenti saranno infatti archiviati nel Secure Element Chip ai quali gli utenti pèossono accedere solo mediante la propria impronta digitale. Le carte di credito utilizzabili saranno inserite nel Passbook anche semplicemente fotografandole. In caso di smarrimento dell’iPhone le carte potranno essere bloccate grazie all’applicazione Find my iPhone (o più semplicemnte Trova il mio iPhone).

L’Apple e gli U2
“Ora c’è un’altra cosa di cui vorrei parlare, e che è il mio amore per la musica”. Queste le parole di Tim Cook annunciando sul palco gli U2. La band si è esibita presentando il nuovo album, disponibile gratuitamente e in esclusiva fino al 13 ottobre su iTunes.
“La collaborazione fra Apple e gli U2 – spiegano da Cupertino – è iniziata dieci anni fa quando abbiamo lavorato insieme per gli spot TV, per la prima edizione speciale dell’iPod e per PRODUCT(RED)”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello globale i contagi hanno superato i 266,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 266.660.144. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: da oggi doppio tampone per i viaggiatori

Da oggi per chi viaggia nel Regno Unito (a partire dai 12 anni di età) entra in vigore il doppio tampone. Il test è da…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria: da lunedì stop a lockdown per i vaccinati

L’Austria conferma che da lunedì finirà il lockdown per i vaccinati e i guariti, mentre proseguirà per coloro che non si sono ancora sottoposti a…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki uscirà dal carcere. Lo ha deciso un tribunale egiziano. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, la scarcerazione dovrebbe avvenire tra questa sera…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia