Peggiora ancora il clima di fiducia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Peggiora ancora il clima di fiducia

shutterstock_3778684-14970-img1-2L’indice del clima di fiducia dei consumatori in base 2005=100 diminuisce ad ottobre 2014 a 101,4 da 101,9 del mese di settembre.
Le componenti personale ed economica diminuiscono, la prima in misura più lieve passando a 100,7 da 101,5, la seconda in modo più consistente passando a 101,3 da 105,4.
L’indice riferito al clima corrente si riduce a 100,6 da 102,6; diminuisce anche quello riferito alle aspettative future a 101,7 da 102,7.
Riguardo alla situazione economica del Paese, diminuiscono i saldi sia dei giudizi sia delle attese: a -106 da -100 e a -16 da -9 rispettivamente. Quanto alla tendenza della disoccupazione, il saldo aumenta lievemente a 58 da 56.
I giudizi sulla situazione economica della famiglia migliorano leggermente a -55 da -56 del precedente mese, mentre per le attese il saldo scende a -18 da -13. Il saldo dei giudizi sul bilancio familiare diminuisce a -17 da -14. Le opinioni favorevoli sull’opportunità attuale di risparmio registrano un aumento (a 126 da 114 il saldo); mentre per le possibilità future si rileva una diminuzione (a -49 da -47 il saldo). Le valutazioni sull’opportunità di acquisto di beni durevoli mostrano un peggioramento (-78 da -69 il saldo).
I giudizi e le aspettative relativi alla dinamica dei prezzi al consumo aumentano: i saldi passano rispettivamente a -12 da -16 e a -24 da -32.
A livello territoriale il clima di fiducia aumenta nel Nord-ovest e al Centro, diminuisce nel Nord-est e al Mezzogiorno.

Il quadro economico generale
I giudizi dei consumatori sulla situazione economica del Paese peggiorano (il saldo passa a -106 da -100 del mese precedente). Questa diminuzione è spiegata dall’aumento della percentuale di intervistati che giudicano la situazione economica “molto peggiorata” al 42,4% dal 35,8% di settembre e dalla diminuzione della quota di coloro che la valutano “migliorata” al 3,7% dal 5,3% del mese passato. Anche per le attese si rileva un calo sostenuto dei pareri positivi (il saldo passa a -16 da -9). Il saldo che esprime le attese di disoccupazione risulta in aumento a 58 da 56 del mese passato.
Quanto ai giudizi sulla dinamica dei prezzi al consumo negli ultimi 12 mesi e alle attese future aumentano i rispettivi saldi a -12 da -16 e a -24 da -32.

La situazione personale
I giudizi sulla situazione economica della famiglia migliorano leggermente, il saldo passa a -55 da -56 di settembre. Quanto alle attese future, dopo la stazionarietà osservata a settembre, il saldodiminuisce a -18 da -13. I giudizi sul bilancio familiare peggiorano e il saldo passa a -17 da -14 per effetto dell’aumento della quota di coloro che dichiarano di contrarre debiti (al 7,3% dal 5,8%).
Il saldo relativo ai giudizi sull’opportunità attuale di risparmio aumenta a 126 da 114. Tale risultato è dovuto all’aumento della quota di coloro che ritengono “certamente opportuno” effettuare risparmi (al 63,0% dal 56,8%). Le attese sulle possibilità future di risparmio diminuiscono: il saldo risulta pari a -49 da -47 di settembre. Per quanto riguarda l’opportunità attuale di acquisto di beni durevoli, i giudizi sulla loro convenienza diminuiscono: il saldo passa a -78 da -69; la stessa cosa accade per le intenzioni future di spesa il cui saldo passa a -91 da -88.
Circa le consuete domande trimestrali, i pareri riferiti alle intenzioni di acquisto di un’autovettura rimangono sostanzialmente stabili: il saldo si attesta a -165 come nellla rilevazione precedente, diminuisce, invece, il saldo che concerne l’acquisto di un’abitazione che passa a -189 da -186.
Anche relativamente alle spese di manutenzione dell’abitazione aumentano i pareri sfavorevoli: la quota di coloro che “certamente non intendono” assumersi queste spese passa, infatti, al 74,2% dal 70,9%, portando il saldo a -141 da -135 del mese precedente.

Il dettaglio territoriale
A livello territoriale il clima di fiducia aumenta nel Nord-ovest e al Centro, diminuisce nel Nord-est e nel Mezzogiorno.
Nord-ovest: il clima di fiducia aumenta a 106,4 da 103,6. La componente economica diminuisce a 107,1 da 108,0, mentre quella personale aumenta a 105,3 da 102,6. Il clima corrente e quello futuro aumentano, rispettivamente, a 105,3 da 104,3 e a 107,5 da 104,0.
Nord-est: il clima di fiducia diminuisce a 99,5 da 104,7. Tutte le componenti diminuiscono: quella economica a 99,6 da 109,6, quella personale a 98,8 da 103,9, quella corrente a 99,7 da 106,5 e quella futura a 98,3 da 104,3.
Centro: il clima di fiducia cresce a 100,8 da 100,3. La componente economica è in diminuzione a 100,3 da 105,4. La componente personale aumenta a 100,9 da 99,1. Il clima corrente risulta in aumento a 101,4 da 100,5, mentre quello futuro diminuisce a 100,2 da 101,1.
Mezzogiorno: Il clima di fiducia diminuisce a 98,6 da 100,0. Tutte le componenti diminuiscono: quella economica a 97,6 da 101,4, quella personale a 97,8 da 100,6, quella corrente a 96,7 da 100,0 e quella futura a 99,9 da 101,8.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: «In Europa c’è una situazione molto grave»

«Quella che si sta verificando in Europa è una situazione molto grave», dove i nuovi casi settimanali di coronavirus «hanno superato quelli segnalati quando la…

17 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Il fumo degli incendi sulla costa occidentale Usa ha raggiunto l’Europa»

Il fumo degli incendi, che stanno devastando parte della costa occidentale statunitense, ha raggiunto l’Europa, dopo aver attraversato il resto degli States e l’Oceano Atlantico.…

17 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, il 17 novembre uscirà una nuova autobiografia di Obama

Il 17 novembre 2020, uscirà A Promised Land, una nuova autobiografia dell’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Il libro, il primo di due volumi,…

17 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi sfiorano i 29,9 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 29.886.196. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

17 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia