Il 26% degli italiani vive con meno di 10 mila euro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il 26% degli italiani vive con meno di 10 mila euro

redditoCirca un quarto degli italiani (il 26%) guadagna meno di 10 mila euro l’anno e meno del 3% supera i 70 mila. A evidenziare le maggiori difficoltà è chi vive al Sud dove il Pil pro-capite risulta essere, più o meno, la metà di quello del Centro-Nord. A riferirlo è l’Istat.
Nel 2012, osserva poi l’istituto nazionale di statistica, oltre la metà dei redditi lordi individuali (il 54% in termini percentuali) si collochi tra i 10.001 e i 30.000 euro, il 25,8% è sotto, invece, i 10.001 mentre il 17,6% sia tra 30.001 e 70.000 euro. Solo il 2,4%, infine, supera i 70.000 euro. In più, viene specificato, oltre la metà dei redditi lordi individuali da lavoro autonomo, cioè il 55,6%, al netto dei contributi sociali è sotto i 15 mila euro.
Il cuneo fiscale (la differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro) e la retribuzione netta del lavoratore, poi, in Italia è particolarmente alto. Il costo medio del lavoro dipendente, infatti, al lordo delle imposte e dei contributi sociali, è di 30.953 euro l’anno. Dunque il lavoratore percepisce al netto poco più della metà (il 53,3%), ovvero 16.498 euro. “La differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro e la retribuzione netta del lavoratore, il cosiddetto cuneo fiscale e contributivo – spiega l’Istat a tale proposito –, è pari, in media, al 46,7%: i contributi sociali dei datori di lavoro ammontano al 25,6% e il restante 21,1% è a carico dei lavoratori in termini di imposte e contributi”. Per quanto riguarda il reddito medio da lavoro autonomo “al lordo delle imposte e dei contributi sociali è pari a 23.432 euro annui, il reddito netto rappresenta il 69,3% del totale, (16.237 euro)”.
Il Pil per abitante nel 2013 risulta pari a 33,5 mila euro nel Nord Ovest, a 31,4 mila euro nel Nord Est e a 29,4 mila euro nel Centro. Rispetto al 2011, osserva l’Istat, si evidenzia una riduzione in tutte le regioni italiane, con l’eccezione di Bolzano e della Campania. In particolare, a livello regionale o di provincia autonoma, risulta in testa Bolzano con un Pil per abitante di 39,8 mila euro e a seguire Valle d’Aosta e Lombardia con, rispettivamente, 36,8 e 36,3 mila euro. All’ultimo posto la Calabria con 15,5 mila euro, un valore del 61% più basso rispetto a Bolzano e del 57% sulla Lombardia.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Governo, Conte: «Aiutateci a rimarginare la crisi in atto»

«Aiutateci a rimarginare la crisi in atto». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alla Camera dei deputati. «Cari cittadini, la fiducia…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Navalny: «Nonno-Putin ha paura»

«Ho visto che molte volte si sono fatti beffe del sistema giudiziario ma presumo che il nonno che se ne sta nel bunker (Vladimir Putin,…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Portavoce Navalny: «Mosca non lo fa parlare con l’avvocato»

«L’avvocato di Alexey, Olga Mikhailova, è stata davanti al dipartimento di polizia di Khimki per un’ora, ha presentato alla polizia il suo mandato e le…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: «Rilascio immediato di Navalny»

La Germania ha chiesto il rilascio immediato dell’oppositore russo, Alexey Navalny, con il ministro degli esteri tedesco che ha definito incomprensibile l’arresto. Anche il presidente…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia