Il 26% degli italiani vive con meno di 10 mila euro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il 26% degli italiani vive con meno di 10 mila euro

redditoCirca un quarto degli italiani (il 26%) guadagna meno di 10 mila euro l’anno e meno del 3% supera i 70 mila. A evidenziare le maggiori difficoltà è chi vive al Sud dove il Pil pro-capite risulta essere, più o meno, la metà di quello del Centro-Nord. A riferirlo è l’Istat.
Nel 2012, osserva poi l’istituto nazionale di statistica, oltre la metà dei redditi lordi individuali (il 54% in termini percentuali) si collochi tra i 10.001 e i 30.000 euro, il 25,8% è sotto, invece, i 10.001 mentre il 17,6% sia tra 30.001 e 70.000 euro. Solo il 2,4%, infine, supera i 70.000 euro. In più, viene specificato, oltre la metà dei redditi lordi individuali da lavoro autonomo, cioè il 55,6%, al netto dei contributi sociali è sotto i 15 mila euro.
Il cuneo fiscale (la differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro) e la retribuzione netta del lavoratore, poi, in Italia è particolarmente alto. Il costo medio del lavoro dipendente, infatti, al lordo delle imposte e dei contributi sociali, è di 30.953 euro l’anno. Dunque il lavoratore percepisce al netto poco più della metà (il 53,3%), ovvero 16.498 euro. “La differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro e la retribuzione netta del lavoratore, il cosiddetto cuneo fiscale e contributivo – spiega l’Istat a tale proposito –, è pari, in media, al 46,7%: i contributi sociali dei datori di lavoro ammontano al 25,6% e il restante 21,1% è a carico dei lavoratori in termini di imposte e contributi”. Per quanto riguarda il reddito medio da lavoro autonomo “al lordo delle imposte e dei contributi sociali è pari a 23.432 euro annui, il reddito netto rappresenta il 69,3% del totale, (16.237 euro)”.
Il Pil per abitante nel 2013 risulta pari a 33,5 mila euro nel Nord Ovest, a 31,4 mila euro nel Nord Est e a 29,4 mila euro nel Centro. Rispetto al 2011, osserva l’Istat, si evidenzia una riduzione in tutte le regioni italiane, con l’eccezione di Bolzano e della Campania. In particolare, a livello regionale o di provincia autonoma, risulta in testa Bolzano con un Pil per abitante di 39,8 mila euro e a seguire Valle d’Aosta e Lombardia con, rispettivamente, 36,8 e 36,3 mila euro. All’ultimo posto la Calabria con 15,5 mila euro, un valore del 61% più basso rispetto a Bolzano e del 57% sulla Lombardia.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Coree, Pyongyang apre a dichiarazione di fine guerra

Kim Yo-jong, sorella del leader nordcoreano Kim Jong-un, ha definito in un dispaccio della Kcna «idea ammirevole» la proposta del presidente sudcoreano Moon Jae-in di…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, torneranno esecuzioni e amputazioni

I talebani si preparano a ripristinare le esecuzioni dei condannati per omicidio e le amputazioni delle mani e dei piedi dei condannati per furto, anche…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, Sánchez: «Puigdemont deve presentarsi e mettersi a disposizione della giustizia»

«È evidente che Carles Puigdemont deve presentarsi e mettersi a disposizione della giustizia». Così il premier spagnolo Pedro Sánchez, dall’isola di La Palma, dove si…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vezzali: “Impianti sportivi all’aperto verso il 75% della capienza”

Valentina Vezzali, sottosegretario allo Sport, ha reso noto che gli impianti sportivi all’aperto vanno verso un’apertura del 75% della capienza totale, ma l’obiettivo è quello…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia