Il valore della bioeconomia in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il valore della bioeconomia in Italia

La bioeconomia in Italia vale 241 miliardi di euro e dà lavoro a 1,6 milioni di persone. Il nostro Paese è terzo in Europa per fatturato dopo Germania e Francia

green economyCon il previsto aumento della popolazione mondiale, che dovrebbe arrivare a sfiorare i nove miliardi entro il 2050, e l’esaurimento sempre più veloce delle risorse naturali, è oggi importante che un Paese adotti anche misure che incentivino un’economia più “bio ”.
L’Italia ci sta riuscendo, tanto che la bioeconomia (definita dalla Commissione europea come “un’economia che si fonda su risorse biologiche provenienti della terra e dal mare, nonché dai rifiuti, che fungono da combustibili per la produzione industriale ed energetica e di alimenti e mangimi”) nel nostro Paese vale 241 miliardi di euro e dà lavoro a 1,6 milioni di persone.
Secondo l’indagine del Centro Studi Intesa San Paolo rielaborata da Materia Rinnovabile (primo magazine dedicato alla bioeconomia) l’Italia, grazie alle sue performance, si piazza al terzo posto della classifica Europea, preceduta dalla Germania e dalla Francia, che presentano rispettivamente un valore della produzione pari a 330 e 295 miliardi di euro. A seguire troviamo invece Spagna e Regno Unito con 186 e 155 miliardi di euro.
Sommando le bioeconomie di questi cinque Paesi si arriva ad un valore di 1.200 miliardi di euro: oltre la metà del valore totale europeo registrato nel 2012 dalla Commissione europea. Gli occupati nel settore, sempre nei cinque Paesi presi in considerazione (Germania, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito), sono 7,5 milioni, contro i 22 milioni (il 9% dell’occupazione complessiva) registrati in tutta Europa nel 2012.
Notevole anche il contributo delle esportazioni dei prodotti generati dalla bioeconomia. Nel 2012 (ultimo anno per i quale sono disponibili dati) le esportazioni mondiali valevano 2.100 miliardi di dollari, l’11,4% del totale del commercio mondiale. Due anni prima si attestava invece all’8,9%.
Tornando alll’Italia, la fotografia scattata dalla Fondazione Symbola, L’Italia in dieci Selfie, aveva evidenziato come, durante la crisi, il 22% delle aziende italiane avesse puntato sulla green economy (considerato un comparto del grande settore della bioeconomia: la green economy sfrutta, infatti, solo fonti di energia alternative come l’eolico e il solare, la bioeconomia anche i bioprodotti).
La Greeneconomy italiana vale oggi 101 miliardi di euro, ovvero il 10,2% dell’economia nazionale. Se prendiamo in considerazione solo le imprese manifatturiere emerge che ha puntato su questo tipo di economia il 33% del totale delle aziende in Italia e nel 44% dei casi esse esportano regolarmente (contro il 24% di quelle che non hanno investito in innovazioni di questo genere).

(articolo pubblicato il 12 marzo su TGCOM24)

 

1 Commento per “Il valore della bioeconomia in Italia”

  1. […] Il valore della bioeconomia in Italia Con il previsto aumento della popolazione mondiale, che dovrebbe arrivare a sfiorare i nove miliardi entro il 2050, e l'esaurimento sempre più veloce delle risorse naturali, è oggi importante che un Paese adotti anche misure che incentivino un'economia … Read more on T-mag […]

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Biden: «C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con Nato e Ue»

«C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con la NATO e l’Ue». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, incontrando…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Il virus è più rapido dei vaccini»

«Il virus si sposta più rapidamente della distribuzione mondiale dei vaccini». A denunciarlo il direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus, invitando i Paesi produttori un maggiori…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa 10mila nuovi casi: la California lo Stato più colpito dalla pandemia

Gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno registrato 193 decessi e 10.800 nuovi casi.  La California è ora lo stato più colpito dalla pandemia…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina contro la Nato: “Esagerate con la teoria della minaccia”

“La Nato vuole creare scontri”. E’ l’accusa lanciata dalla Cina in seguito all’accordo raggiunto dagli alleati occidentali su un’azione comune di contrasto alle politiche, spesso…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia