Spari a Milano, Mattarella: “Solidarietà a magistratura, feriti e parenti vittime” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Spari a Milano, Mattarella: “Solidarietà a magistratura, feriti e parenti vittime”

“E’ con grande commozione che prendo la parola in questa seduta particolare, straordinaria, convocata dopo l’assurda vicenda accaduta questa mattina al Tribunale di Milano.
Siamo qui per onorare la memoria di Fernando Ciampi, giudice probo, rigoroso e intransigente. Un altro magistrato, l’ennesimo magistrato, caduto nell’esercizio delle sue funzioni.
Esprimo la solidarietà alla magistratura, in particolare a quella milanese, esprimo nel contempo solidarietà ai feriti, ai familiari dell’avv. Lorenzo Claris Appiani – che stava svolgendo l’importante funzione di testimone – e a quelli dell’altra vittima, Giorgio Erba, prendendo parte al loro terribile dolore. Dolore tanto più lacerante in quanto gli assassinii si sono consumati in un luogo dedicato al rispetto della legge e all’affermazione della giustizia.
Gli inquirenti che indagano sui gravi fatti di oggi faranno piena luce sulla dinamica dell’accaduto, accertando eventuali falle nel sistema di sicurezza e rispettive responsabilità.
Spetterà, poi, ai vertici degli uffici giudiziari di Milano, al Ministero della Giustizia e in qualche modo anche a questo Consiglio, prendere i dovuti provvedimenti, perché simili fatti non possano ripetersi. Ai servitori dello Stato – come a tutti – va assicurato il massimo possibile di sicurezza.
Attraversiamo tempi caratterizzati da grandi difficoltà. Alle minacce della criminalità e della mafia si sono unite quelle del terrorismo internazionale. La crisi economica, che si protrae da anni, ha fatto aumentare le tensioni sociali.
I magistrati, come i responsabili di altre funzioni, sono sempre in prima linea: e ciò li rende particolarmente esposti. Anche per questo va respinta con chiarezza ogni forma di discredito nei loro confronti.
La società democratica, aperta e accogliente, è per sua natura vulnerabile. Alle insidie criminali lo Stato, il nostro Stato, risponde con fermezza, sempre nel pieno rispetto delle garanzie costituzionali e dei diritti dell’uomo.
Mentre piangiamo i nostri concittadini rimasti vittime di una violenza insensata e chiediamo che venga garantita la sicurezza di tutte le persone, ribadiamo oggi qui, con questa seduta, la nostra fiducia nella forza della legge, della giustizia e dell’ordinamento democratico”, è quanto dichiarato dal presidente della Repubblica, Sergio Matterella, nel discorso tenuto all’Assemblea plenaria straordinaria del CSM in seguito alla sparatoria del Tribunale di Milano.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, quarantena e tampone obbligatori per chi viene in Italia dal Regno Unito

Quarantena obbligatoria di 5 giorni con obbligo di tampone per chi arriva in Italia dal Regno Unito. Lo prevede un’ordinanza firmata dal ministro della Salute,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, dal 26 giugno via obbligo mascherine all’aperto

Anche la Spagna, come la Francia alcuni giorni fa, ha annunciato che a breve toglierà l’obbligo di mascherina all’aperto. A riferirlo il premier Pedro Sanchez,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Trump: «Deciderò se ricandidarmi dopo elezioni midterm»

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è tornato a parlare non escludendo una sua ricandidatura nel 2024, ipotesi di cui si discute da tempo.…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Novara, sindacalista muore investito da un camion durante una manifestazione

Adil Belakhdim, 37 anni, coordinatore interregionale dei SiCobas, è morto questa mattina investito da un camion. L’episodio è avvenuto davanti ai cancelli della Lidl di…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia