La spesa energetica delle famiglie | T-Mag | il magazine di Tecnè

La spesa energetica delle famiglie

Nel 2013, gli italiani hanno sborsato 43 miliardi di euro per i consumi energetici
di Mirko Spadoni

CALDO : PICCO CONSUMI ELETTRICI; BOOM VENDITE CONDIZIONATORIC’è chi – si veda Nomisma Energia, ad esempio – sostiene che il libero mercato dell’energia conviene. Tante sarebbero, infatti, le offerte che consentirebbero ai clienti di risparmiare qualche euro sulla spesa per i consumi energetici.
Secondo un rapporto condotto da Nomisma Energia, il mercato libero dell’energia conviene. Il consumatore, approfittando delle tante offerte a disposizione, può scegliere tra una pluralità di contratti e di offerte, alcune delle quali – osserva il report – consentono di risparmiare, rispetto al mercato tutelato, fino a 71 euro all’anno sulle bollette elettriche e 107 euro su quelle del gas. Abbastanza da convincere molti utenti a passare dal mercato tutelato a quello libero: nel 2014 erano 1,3 milioni in più per l’elettricità e 1,7 milioni in più per il gas rispetto all’anno precedente.
Alla fine del 2014, 9 milioni di famiglie e 3,5 milioni di imprese – che rappresentano circa un terzo del totale di 37,2 milioni di clienti, come osservato dallo studio – avevano deciso di passare al mercato libero dell’elettricità. Dati in linea con quelli relativi al mercato libero del gas, dove – sempre al termine dello scorso anno – erano presenti 5,8 milioni di famiglie e 1,4 milioni di imprese: un terzo della clientela complessiva, composta da 21,6 milioni di utenti.
Dunque il libero mercato consentirebbe agli italiani di risparmiare qualche euro sulla spesa energetica. Spesa energetica che, secondo i più recenti dati Istat, ha superato i 42 miliardi di euro complessivi nel 2013, con una spesa media a famiglia pari a 1.635 euro. L’esborso per i consumi energetici è strettamente connessa alla dimensione del nucleo familiare, osserva l’Istat. La bolletta energetica, infatti, cresce all’aumentare del numero dei componenti: lo scorso anno, un nucleo familiare mono-componente ha speso così 1.358 euro contro i 2.102 delle famiglie con 5 o più componenti.
Complici le condizioni climatiche, il luogo di residenza incide molto sulla spesa energetica delle famiglie italiane. Quelle residenti al Nord-est e al Nord-ovest, con un esborso medio, rispettivamente di 1.872 e 1.790 euro l’anno, spendono circa il 30% in più rispetto ai nuclei familiari che vivono nelle regioni meridionali (1.387 euro).

(articolo pubblicato il 21 maggio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Governo, Conte: «Aiutateci a rimarginare la crisi in atto»

«Aiutateci a rimarginare la crisi in atto». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alla Camera dei deputati. «Cari cittadini, la fiducia…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Navalny: «Nonno-Putin ha paura»

«Ho visto che molte volte si sono fatti beffe del sistema giudiziario ma presumo che il nonno che se ne sta nel bunker (Vladimir Putin,…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Portavoce Navalny: «Mosca non lo fa parlare con l’avvocato»

«L’avvocato di Alexey, Olga Mikhailova, è stata davanti al dipartimento di polizia di Khimki per un’ora, ha presentato alla polizia il suo mandato e le…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: «Rilascio immediato di Navalny»

La Germania ha chiesto il rilascio immediato dell’oppositore russo, Alexey Navalny, con il ministro degli esteri tedesco che ha definito incomprensibile l’arresto. Anche il presidente…

18 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia