Cresce il fatturato dell’industria | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cresce il fatturato dell’industria

A marzo l’industria italiana ha registrato, secondo i dati dell’Istat, buone performance sia per quanto riguarda la produzione che il fatturato

produzione_industrialeDopo la lieve performance positiva realizzata dall’industria in termini di produzione, cresciuta a marzo dell’1,5% tendenziale (quindi rispetto al marzo del 2014) e dello 0,4% rispetto al mese precedente, buone notizie arrivano anche dal fatturato, mentre gli ordinativi registrano una caduta sia congiunturale che tendenziale.
Secondo quanto rilevato dall’Istat il fatturato delle industre italiane è cresciuto a marzo dell’1,3% rispetto a febbraio. Merito di un incremento dell’1% registrato sul mercato interno e dell’1,9% su quello estero. Una crescita che, se si considera il confronto tendenziale, è stata dello 0,9% per il fatturato interno e di ben 4,5 punti percentuali per quello estero.
Se si guarda invece al trimestre, i ricavi risultano in calo dello 0,2% (-02% per quello interno e -0,1% per quello estero) sul periodo ottobre-dicembre e dello 0,7% (-0,2% per quello interno e +1,8% per quello estero) rispetto agli stessi tre mesi del 2014.
Il confronto congiunturale ha visto realizzare le migliori performance dal raggruppamento delle industrie dell’energia (+5,2%) e da quello dei beni strumentali (+2,1%). Le peggiori hanno invece riguardato i beni di consumo (+0,5%, frutto della contrazione dell’1,1% di quelli durevoli e della crescita dello 0,6% di quelli non durevoli).
La variazione annua è stata negativa per l’energia (-14,6%) e per i beni di consumo durevoli (-0,2%. I beni di consumo hanno registrato, nel complesso, un aumento del 2,5% tendenziale (grazie al +3,1% dei beni non durevoli), i beni strumentali un +4,6%, mentre quelli intermedi un +0,2%. Al netto dell’energia il fatturato dell’industria è cresciuto dell’1% rispetto al mese precedente e del 2,3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.
Passando agli ordinativi, l’Istat ha rilevato un aumento del 2,7% rispetto a marzo 2014 (e un -0,3% in termini congiunturali) con una aumento importante (+10,6%) per quelli del comparto della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica e apparecchi elettromedicali. La peggiore performance ha interessato invece le industrie tessili, dell’abbiagliamento, delle pelli e degli accessori. Comparto che registrato una variazione negativa di 5,9 punti percentuali rispetto allo stesso mese di un anno fa.

(articolo pubblicato il 22 maggio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Trump: «Sono stati quattro anni incredibili»

«Sono stati quattro anni incredibili». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in occasione del suo ultimo discorso a Washington, prima di…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, morto il ministro degli Esteri dello Zimbabwe

Il governo dello Zimbabwe ha reso noto che il ministro degli Esteri, Sibusiso Moyo ha perso la vita dopo aver contratto il coronavirus.…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Olanda annuncia primo coprifuoco dal dopoguerra

Il governo olandese, per contrastare la pandemia, ha annunciato il coprifuoco a partire da domani e sarà dalle 20.30 fino alle 4.30. Si tratta del…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Costa: «È la più grande sfida dal dopoguerra per l’Ue»

«Con la pandemia da Covid-19, l’Europa sta vivendo la sua più grande sfida dal dopoguerra. In meno di un anno, quasi mezzo milione di vite…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia