Investimenti in calo negli anni della crisi economica | T-Mag | il magazine di Tecnè

Investimenti in calo negli anni della crisi economica

investimentiIl duro colpo che la crisi economica ha inferto all’Italia, oltre che da numerosi indicatori è deducibile anche dall’andamento, negli ultimi anni, della spesa per gli investimenti nel nostro Paese.
Stando alla raccolta di dati “Gli investimenti in Italia” della Commissione Europa, tra il 2007 ed il 2013 gli investimenti sono passati dal 21,6% del Pil, del primo anno preso in esame, al 17,8% (inferiore di due punti percentuali rispetto alla media europea di quell’anno). Scindendo le tipologie di investimenti la Commissione spiega che quelli privati sono scesi, nel periodo considerato, del 3,2% mentre quelli pubblici dello 0,5%.
Una recente analisi del Centro studi Impresa Lavoro ha rilevato che solo tra il 2013 ed il 2014 gli investimenti sono scesi di un ulteriore 0,6% in termini di quota sul Pil e di circa 9,1 miliardi di euro in valore.
Lo studio si concentra, nel dettaglio, nel quinquennio 2010-2014, periodo in cui la quota degli investimenti totali rispetto al Pil è passata dal 19,9% al 16,8% con una variazione negativa di 3,1 punti percentuali. In Europa peggio dell’Italia hanno fatto solo la Romania (con un -3,9%, quindi dal 25,9% al 22%), la Spagna (-4,1%, da 23% a 18,9%), la Grecia (-5,7%), da 17,3% a 11,6%), il Portogallo (-5,9%, da 20,5% a 14,6%) e Cipro (-11%, da 21,8% a 10,8%).
Nel periodo preso in esame dall’indagine l’Italia ha perso dunque, in termini nominali, qualcosa come 48,7 miliardi di euro di investimenti, attestandosi così, al 2014, a 271, 263 miliardi di euro contro i 320 miliardi di euro del 2010. Solo la Spagna ha registrato una diminuzione così elevata (-49,1 miliardi di euro).
Il rallentamento è largamente legato al calo degli investimenti nel settore delle costruzioni, in quanto questo tipo di investimenti rappresenta il 51,2% del totale degli investimenti nel nostro Paese. Infatti, la spesa destinata al settore negli ultimi quattro anni è scesa di 30 miliardi di euro. La quota sul Pil è passata quindi dal 10,6% del 2010 all’8,6% del 2014.

 

Scrivi una replica

News

Draghi: «Sta tornando la fiducia, la ripresa sarà sostenuta»

«La situazione economica europea e italiana è in forte miglioramento. Secondo le proiezioni della Commissione europea, nel 2021 e nel 2022 l’Italia crescerà rispettivamente del…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Johnson:«Missione compiuta»

«Missione compiuta». Così Boris Johnson saluta il quinto anniversario dello storico referendum del 2016, che sancì l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, chiude il giornale Apple Daily

Il giornale pro-democrazia di Hong Kong, Apple Daily, pubblicherà domani la sua ultima edizione. L’annuncio era nell’aria. Poche ore prima, infatti, il consiglio di amministrazione…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, variante Delta Plus rilevata in tre Stati dell’India

La variante Delta plus del coronavirus, è stata rilevata in tre Stati differenti dell’India: Maharashtra, Kerala e Madhya Pradesh.…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia