Istat: “Nel 2013 aziende agricole in calo del 9,2% sul 2010” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “Nel 2013 aziende agricole in calo del 9,2% sul 2010”

“Nel 2013 il numero delle aziende agricole diminuisce del 9,2% rispetto a quanto rilevato dal Censimento dell’agricoltura del 2010”. Lo rende noto l’Istat, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa.
“Anche la superficie complessiva delle aziende agricole – prosegue la nota – diminuisce, seppure in misura minore rispetto al loro numero: la superficie agricola utilizzata diminuisce del 3,3% e la superficie agricola totale del 2,4%). Aumenta pertanto la dimensione media aziendale,da 7,9 a 8,4 ettari.
La diminuzione della superficie agricola utilizzata è più ampia nel Nord-ovest (-5,7%) e al Centro (-6,3%), più contenuta nel Nord-est (-1,7%), nel Sud (-3,0%) e nelle Isole (-0,9%).
Rispetto al 2010, tra le coltivazioni praticate le flessioni più consistenti delle superfici si riscontrano nelle ortive (-15,2%), nel frumento duro (-12,8%) e nei fruttiferi (-8,4%).
Il settore zootecnico è in flessione per i suini (-7,8% il numero di capi) e i bovini (-4,5%), mentre gli allevamenti avicoli e ovicaprini risultano sostanzialmente stabili (rispettivamente -1,5% e +0,5% capi).
Anche l’utilizzo di lavoro (in termini di numero di addetti) risulta in flessione (-8,1%). Ciò è da ricondurre al calo di manodopera familiare (-13,0%), a seguito della cessazione di molte aziende di piccola dimensione.
Rispetto al 2010 – rileva l’Istat – le giornate di lavoro complessivamente prestate in azienda risultano pressoché stabili (+0,8%), grazie al sensibile aumento della manodopera non familiare (+14,3%).Cresce fortemente il numero di aziende agricole multifunzionali, che svolgono attività connesse all’agricoltura (+48,4%). Tale dinamica è dovuta principalmente alle aziende che producono energia rinnovabile (21 mila), che in soli tre anni aumentano di circa sei volte, e a quelle che trasformano i loro prodotti (42 mila), che quasi raddoppiano (+97,8%).
Un numero sempre maggiore di aziende ricorre a produzioni con metodo biologico, sia per le coltivazioni sia per gli allevamenti (+4,7% nel complesso rispetto al 2010); nel triennio di riferimento – conclude la nota – la superficie biologica investita passa dal 6,1% al 7,7% del totale della superficie agricola utilizzata”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 177,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 177.124.860. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, arrestati dirigenti giornale Apple Daily

Il Dipartimento di sicurezza della polizia di Hong Kong ha fatto irruzione questa mattina negli uffici dell’Apple Daily, tabloid pro-democrazia del tycoon Jimmy Lai. Nel…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Laboratorio di Wuhan merita premio per la pace»

«L’Istituto di Virologia di Wuhan, sempre al centro dei sospetti sull’origine del Covid-19, meriterebbe il Nobel per la Medicina». Lo ha detto il portavoce del…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nigeria, anche Boko Haram conferma la morte del leader

Boko Haram, gruppo jihadista nigeriano, ha confermato la morte del proprio storico leader Abubakar Shekau deceduto in combattimento contro il gruppo rivale “Provincia occidentale dello…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia