Per il 36% delle Pmi la crisi è finita | T-Mag | il magazine di Tecnè

Per il 36% delle Pmi la crisi è finita

pmi_crisi economicaUna quota consistente di piccole imprese italiane sostiene che la crisi economica è finita. Si tratta di un dato incoraggiante, specialmente se si considera che la crescita economica dell’Italia risulta ancora modesta.
Secondo l’Osservatorio Congiunturale di Fondazione Impresa, nel primo semestre 2015, il 35,9% delle piccole imprese italiane – ovvero quelle con meno di 20 addetti – sostiene di aver superato la crisi economica. Una quota che cresce tra le piccole imprese manifatturiere e dei servizi: il 46,7% del manifatturiero dichiara di “essere fuori dal tunnel” e nel caso dei servizi la percentuale è pari al 39,4%.
Il discorso prende una piega (leggermente) diversa per le imprese artigiane e quelle attive nel commercio. Tra le prime, infatti, la quota delle imprese che si dichiarano fuori dalla crisi è al 25,8%; tra le seconde è al 22,3%.
L’indagine della Fondazione Impresa riguarda (naturalmente) le piccole imprese sopravvissute alla crisi economica, durante la quale molte aziende sono state costrette a chiudere i battenti. Stando ad uno studio del Cerved, ad esempio, dal 2008 alla fine del 2014 sono fallite 82 mila imprese, con la conseguente perdita di un milione di posti di lavoro.
Del resto le difficoltà della crisi economica hanno rappresentato una sfida per le imprese italiane, la maggior parte delle quali – secondo l’indagine Istat Il sistema delle imprese, effetti della crisi e potenzialità di crescita – ha adottato strategie “difensive” tra il 2011 e il 2012, un biennio particolarmente difficile per l’economia italiana.
Tra il 2011 e il 2012, infatti, la difesa della propria quota di mercato (rilevata nel 70,5% dei casi) è stata la principale strategia adottata dalle imprese italiane, indipendentemente dalle dimensioni, ripartizioni e macro-settori. Ma non solo. Questa strategia è stata affiancata o sostituita da altre, pensate per ampliare la gamma di prodotti e dei servizi offerti (41,1% dei casi), per accedere a nuovi mercati (22,2%) o per attivare-incrementare collaborazioni con altre imprese (11,7%).

 

Scrivi una replica

News

Usa-Germania, incontro Biden-Merkel il 15 luglio

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, riceverà la cancelliera tedesca Angela Merkel alla Casa Bianca il prossimo 15 luglio. Lo ha riferito il portavoce…

11 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Ad aprile, prestiti a famiglie, settore privato e società non finanziarie in crescita»

Ad aprile, i prestiti al settore privato, alle famiglie e alle società non finanziarie sono aumentati. Lo rende noto la Banca d’Italia, riferendo i dati…

11 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia: la Banca centrale russa ha alzato i tassi

La Banca di Russia, la banca centrale russa, ha aumentato i tassi dello 0,5%, alzando il costo del denaro al 5,5%. Confermate le previsioni degli…

11 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: ad aprile, frena la produzione industriale

Ad aprile, la produzione industriale britannica ha registrato un calo inatteso. Lo comunica l’Office National of Statistics, l’ufficio nazionale di statistica britannico, riferendo un calo…

11 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia