Inps: contratti stabili in crescita del 35% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Inps: contratti stabili in crescita del 35%

inps_pensioni“Il Jobs Act ha prodotto 286mila stabilizzazioni dall’inizio del 2015. Più diritti e meno precariato, come promesso l’Italia riparte”. Questo il tweet con il quale il premier Matteo Renzi ha commentato i dati dell’Osservatorio del precariato dell’Inps.
Stando all’istituto di previdenza sociale, infatti, i contratti di lavoro a tempo indeterminato nel settore privato sono aumentati di 286.126 unità, tra gennaio e luglio, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In aumento, anche se più lievemente, anche i contratti a termine: +1.925. Al contrario diminuiscono di 11.521 le assunzioni in apprendistato. Le cessazioni sono cresciute invece di 41.006.
Il saldo tra nuovi rapporti di lavoro, 3.298.361, e cessazioni, 2.592.233, si attesta così a 706.128, in aumento rispetto alle 470.607 unità dello scorso anno.
Nel dettaglio l’Inps ha contato 1.093.584 nuove assunzioni a tempo indeterminato (di cui il 63,1% full time), rilevando così una crescita del 35,4% rispetto ai primi sette mesi del 2014. Nello stesso periodo le trasformazioni di contratti a termine di apprendistato in contratti a tempo indeterminato sono state 388.194, il 41,6% in più rispetto allo scorso anno, portando così la quota di assunzioni stabili al 40,2% del totale dei rapporti di lavoro attivati/variati. Lo scorso anno tale percentuale si attestava a 32,8 punti.
In Friuli Venezia Giulia l’incremento delle assunzioni a tempo indeterminato è stato superiore alla media italiana. Si parla, infatti, di un +85,3%. Anche in Umbria è stato notevole, +66,5 – come anche nelle Marche (+55,4%), nel Trentino Alto Adige (+53,3%), in Piemonte (+53,1%), in Emilia Romagna (+51,1%), in Liguria (+48,3%), in Veneto (+47,4%), nel Lazio (+41,9%), in Lombardia (+40,6%) – in Toscana e Sardegna il dato si attesta più o meno in linea con la media del Paese (ricordiamolo: al 35,4%), al +37,4% e al +36,4%.
Sicilia, Puglia e Calabria si mostrano, invece, molto al di sotto del dato medio nazionale: +11,2%, +17,3%, +18,6%.

 

Scrivi una replica

News

Draghi: «Sta tornando la fiducia, la ripresa sarà sostenuta»

«La situazione economica europea e italiana è in forte miglioramento. Secondo le proiezioni della Commissione europea, nel 2021 e nel 2022 l’Italia crescerà rispettivamente del…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Johnson:«Missione compiuta»

«Missione compiuta». Così Boris Johnson saluta il quinto anniversario dello storico referendum del 2016, che sancì l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, chiude il giornale Apple Daily

Il giornale pro-democrazia di Hong Kong, Apple Daily, pubblicherà domani la sua ultima edizione. L’annuncio era nell’aria. Poche ore prima, infatti, il consiglio di amministrazione…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, variante Delta Plus rilevata in tre Stati dell’India

La variante Delta plus del coronavirus, è stata rilevata in tre Stati differenti dell’India: Maharashtra, Kerala e Madhya Pradesh.…

23 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia