L’Istat conferma il -0,4% del Pil nel 2014 | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’Istat conferma il -0,4% del Pil nel 2014

pil_crisi_economicaNell’ultima lettura dei conti economici nazionali, relativa al triennio 2012-2014, l’Istat ha confermato le indicazioni diffuse a marzo riguardanti l’andamento del prodotto interno lordo. Al ribasso il calo degli investimenti fissi lordi mentre si nota un rialzo dei consumi finali nazionali e delle esportazioni di beni e servizi.
Entrando nel dettaglio l’Istituto nazionale di statistica conferma dunque la contrazione dello 0,4% per il volume del Pil e crescita dello 0,4% per quanto riguarda invece il Prodotto interno lordo ai prezzi di mercato (pari a 1.616.048 milioni di euro).
Come anticipato, mentre in marzo le stime indicavano un calo degli investimenti fissi lordi pari a -3,3%, nell’ultima lettura l’Istat indica invece un -3,5%. Guardando le serie storiche degli aggregati che contribuiscono alla crescita del prodotto interno lordo la voce “investimenti fissi lordi e oggetti di valore” mostra invece un -0,6% nel 2014: in rallentamento rispetto al -1,3% del 2013 e al -1,8% del 2012.
Tra le altre voci che compongono gli aggregati si nota subito la crescita dello 0,1% (contro la variazione nulla stimata a marzo) riportato dai consumi finali nazionali, trainati principalmente dalla Quantitative easing della Bce e dalla stretta ai prezzi del barile di greggio. Nel 2013, infatti, i consumi riportarono un -1,7% e un -2,7% nel 2012.
Per i flussi del commercio estero, a marzo l’Istat aveva previsto un +2,7%, rivisto al +3,3% nelle ultime indicazioni, e un +1,8% per le importazioni, ora al +2,9%.
Passando al valore aggiunto l’Istat segnala un -0,4%: anche in questo caso riportando un rallentamento rispetto agli anni passati (-1,5% nel 2013 e -2,4% nel 2012). Il calo registrato dal valore aggiunto è il risultato di una contrazione di tutti i settori produttivi, dall’agricoltura, silvicoltura e pesca (-1,7%) all’attività estrattiva, manifatturiera e altre attività industriali (-1,2%. Il calo più notevole ha interessato il settore delle costruzioni: -3,3%. Unica dinamica lievemente positiva ha invece riguardato i servizi, con un +0,1%.

 

Scrivi una replica

News

Bce: “Ripresa si rafforza ma rimane l’incertezza legata alle varianti”

“L’economia dell’area euro sta gradualmente ripartendo ed è atteso un netto miglioramento nella seconda metà del 2021, via via che i progressi nelle campagne di…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Taiwan: “Dobbiamo prepararci ad un possibile conflitto con la Cina”

“Taiwan deve prepararsi ad un possibile conflitto armato con la Cina”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri taiwanese, Joseph Wu, citando la crescente intimidazione…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Miami, crolla palazzo condominiale: si temono diverse vittime

A Miami, più precisamente a Surfside, è crollato un palazzo condominiale nel corso della notte dì mercoledì 23 giugno. Al momento non è ancora chiaro…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, ultima dichiarazione della Merkel al Bundestag

Nella giornata di giovedì 24 giugno, Angela Merkel ha sostenuto la sua ultima dichiarazione governativa al Bundestag, dopo 16 anni da cancelliera. L’ultimo discorso è…

24 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia