Aumentano le imprese femminili | T-Mag | il magazine di Tecnè

Aumentano le imprese femminili

donne_lavoroDal 2008 ad oggi, il numero delle imprenditrici, che hanno aperto un punto vendita in franchising, è cresciuto notevolmente. Tuttavia il franchising è soltanto uno dei comparti caratterizzati da una numerosa presenza femminile.
Secondo la RDS & Company, una società di consulenza strategica e manageriale, in tutto sono 16.900 le imprenditrici che hanno aperto un punto vendita in affiliazione (franchisee) e che rappresentano il 33,15% del totale dei 51 mila imprenditori in affiliazione attivi nel nostro Paese. Si tratta di una quota consistente e in crescita rispetto a qualche anno fa: dal 2008 al 2014, infatti, la percentuale delle donne imprenditrici franchisee è cresciuta del 20%.
Anche in un momento economicamente difficile come quello attuale, le donne decidono di mettersi in gioco. Nel farlo, alcune di loro puntano su una formula commerciale-imprenditoriale – il franchising, per l’appunto – che tuttavia non è l’unico segmento caratterizzato da una consistente presenza femminile.
Tante sono le imprese guidate da una donna. Specie nel Sud del Paese, dove il tasso di disoccupazione femminile è particolarmente alto (secondo l’Istat, nel secondo trimestre 2015, era al 21,7% contro l’8,9 e l’11,4% registrati nel Nord e nel Centro). Stando ad uno studio della Banca popolare di Milano sull’imprenditoria femminile, infatti, nel nostro Paese un’azienda su cinque (il 22%) fa capo ad una donna.
Nel Mezzogiorno, come già anticipato, il tasso di femminilizzazione delle imprese è maggiore rispetto al resto del Paese: in Molise, Basilicata e Abruzzo, oltre un’impresa su quattro è guidata da una donna. Donne che sono propense ad avviare un’attività in alcuni settori piuttosto che in altri. Vediamo quali.
Secondo l’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere ed InfoCamere, in alcuni segmenti (agenzie di viaggio, negli altri servizi di prenotazione tra cui quelli che riguardano le guide turistiche, negli alloggi per le vacanze, nelle attività di biblioteche e archivi) la partecipazione femminile sfiora o supera il 40%.
Mentre nelle attività dei tour operator, degli alberghi, delle forniture per catering, dei bar, delle attività dei musei, della gestione di parchi divertimento e parchi tematici e di stabilimenti balneari, le imprese femminili sono più o meno un terzo del totale.

 

Scrivi una replica

News

Calcio, è morto Giampiero Boniperti

Giampiero Boniperti, leggenda e presidente onorario della Juventus dal 2006, è morto all’età di 92 anni in seguito ad un’insufficienza cardiaca.…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Confcommercio: «Crollo dei consumi nel 2020: persi 126miliardi di euro»

«Con un calo complessivo dei consumi dell’11,7%, pari ad oltre 126 miliardi di euro, il 2020 ha registrato il peggior dato dal secondo dopoguerra, un…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 177,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 177.124.860. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, arrestati dirigenti giornale Apple Daily

Il Dipartimento di sicurezza della polizia di Hong Kong ha fatto irruzione questa mattina negli uffici dell’Apple Daily, tabloid pro-democrazia del tycoon Jimmy Lai. Nel…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia