Le tasse sulla casa tra il 2011 e il 2014 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le tasse sulla casa tra il 2011 e il 2014

tasse_spesa_pubblicaLa Commissione europea suggerisce all’Italia di spostare il carico fiscale dal lavoro ad altre tipologie di tassazione considerate meno “dannose” per la crescita economica. Come le imposte sui consumi e sulle proprietà immobiliari.
Bruxelles si dice convinta che “il basso livello della tassazione sulla proprietà rende l’occupazione” dell’abitazione da parte del proprietario “sotto tassata rispetto ad altri tipi di investimenti privati”. Di qui, dunque, l’esigenza di aumentarla.
Tuttavia le indicazioni della Commissione europea vanno controcorrente rispetto agli intenzioni del governo italiano: in più occasioni, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha promesso l’eliminazione dell’Imu e la Tasi – ovvero le tasse sulla casa a carico dei proprietari italiani – a partire dal 2016. Un impegno che secondo alcuni sarebbe opportuno non rispettare.
Soltanto qualche giorno fa, infatti, l’agenzia Moody’s ha sottolineato che un’eventuale taglio dell’Imu e della Tasi avrebbe effetti negativi sul rating – ovvero il grado di affidabilità di uno Stato, società o governo locale di pagare o meno i propri debiti – dell’Italia. Il motivo? Per Moody’s, le tasse sulla proprietà sono una fonte stabile di entrate e creano meno distorsioni rispetto ad altre imposte. Stando ad una stima del Codacons, nel periodo compreso tra il 2011 e il 2014, l’Imu e la Tasi sono cresciute vertiginosamente. Vediamo di quanto.
Nel 2014, per il pagamento delle tasse sulla casa, gli italiani hanno sborsato 16 miliardi di euro in più rispetto a tre anni prima (25 miliardi di euro contro i 9 del 2011: +177%, in pratica). Pur garantendo allo Stato maggiori entrate, secondo il Codacons, l’incremento della tassazione immobiliare ha avuto diverse conseguenze: la diminuzione del valore degli immobili e la caduta delle compravendite sul territorio nazionale, scese del 27% tra il 2010 e il 2014. Con effetti collaterali sul comparto edilizio, naturalmente.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 178,5 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 178.554.302. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

21 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Svezia, il Parlamento sfiducia il premier Lofven

Il primo ministro svedese, il socialdemocratico Stefan Lofven, è stato sfiduciato questa mattina in un voto in Parlamento: si tratta del primo nella storia politica…

21 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bielorussia, Borrell: «Sanzioni a 86 persone e 4 compagnia»

«Stamani con i ministri degli Esteri dell’Unione europea avremo un incontro con la leader dell’opposizione bielorussa, Svetlana Tikhanovskaya, che spiegherà la situazione nel Paese e…

21 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, regionali flop: trionfano i gollisti. Male Le Pen e Macron

Nella prima giornata delle regionali in Francia, a trionfare sono i neogollistti di Les Republicains, vincitori del primo turno di ballottaggio con il 28,4% dei…

21 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia