L’internazionalizzazione delle imprese nel settore costruzioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’internazionalizzazione delle imprese nel settore costruzioni

costruzioni_impreseL’Associazione nazionale dei costruttori edili intende centrare un obiettivo: aiutare le imprese italiane – specie quelle di piccole e medie dimensioni – ad incrementare la loro presenza sui mercati stranieri, che possono rappresentare un’importante opportunità di crescita.
Come intende riuscirci? Attraverso una guida che illustra gli strumenti finanziari ed assicurativi a sostegno dei progetti di internazionalizzazione. La guida elenca le forme di finanziamento e copertura del rischio attivabili, contiene una descrizione della disciplina comunitaria e nazionale in materia di appalti pubblici e informazioni legislative per partecipare ad appalti extra-Ue.
Quanto basta per poter aiutare le imprese del nostro Paese ad aumentare ulteriormente la loro presenza all’estero. Una presenza già consistente, a dire la verità. Secondo l’Ance, infatti, le aziende italiane operano in circa 90 Paesi nei cinque Continenti, con un fatturato estero in crescita continua e ad oggi pari ad oltre 100 miliardi di euro. Il 2014 è stato un anno – l’ottavo consecutivo, per l’esattezza – estremamente positivo per le imprese italiane all’estero, sia in termini di fatturato sia di commesse acquisite.
Si tratta notizie positive per il comparto delle costruzioni, che ha vissuto momenti particolarmente difficili negli ultimi anni e non solo in Italia. Negli ultimi tre anni, il calo dell’occupazione nelle costruzioni ha coinvolto tutti i Paesi europei. Tuttavia, secondo una stima di Confartigianato, tra il 2012 e il 2015, oltre il 50% dei posti di lavoro persi nel settore a livello europeo si è concentrato nel nostro Paese.

A fronte di 502.300 occupati in meno in tutta l’Unione europea a 28 tra il 2012 e il 2015, pari ad un calo del 3,4%, soltanto in Italia, i posti di lavoro persi sono stati 254.500, pari ad una riduzione del 15,1%.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, rapporto deficit/PIL al 3,2% nel I trimestre

Nel primo trimestre del 2024, il rapporto tra deficit e PIL si è attestato al 3,2% nell’Eurozona e al 3% nell’Unione Europea, registrando una diminuzione…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Si celebra oggi il World Brain Day: la salute del cervello si coltiva quotidianamente

Si celebra oggi il World Brain Day, un evento promosso dalla World Federation of Neurology, che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle patologie neurologiche e…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Medio Oriente, confermata dall’Idf la morte di altri due ostaggi israeliani

Due israeliani, ostaggi di Hamas dal 7 ottobre, sono morti. Lo rende noto l’Idf, l’esercito d’Israele, sottolineando che i numero degli ostaggi deceduti sale a…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Estate, circa 36 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio

Circa 36 milioni di italiani prevedono di mettersi in viaggio, la stragrande maggioranza dei quali – nove su dieci – resterà in Italia, scegliendo località…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia