Il “peso” delle tasse patrimoniali in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il “peso” delle tasse patrimoniali in Italia

investimentiIl vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, ha annunciato che Bruxelles chiederà al governo italiano “le ragioni e le potenziali implicazioni” dell’abolizione dell’Imu, la tassa sulla prima casa, promessa dal premier Matteo Renzi e che se applicata ridurrebbe il peso delle tasse patrimoniali.
Quello dell’esecutivo italiano è un impegno che, se rispettato, ridurrebbe il peso complessivo delle tasse patrimoniali, ovvero i prelievi fiscali diretti calcolati in base alla ricchezza posseduta dalle persone in un determinato momento. Tra le quali (naturalmente) vanno incluse anche l’Imu e la Tasi, le imposte sulla casa a carico dei proprietari, che garantiscono oltre la metà del gettito complessivo.
Secondo un recente computo dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre, sulla base dei dati del ministero dell’Economia e dell’Istat, durante il 2014 gli italiani hanno versato 48,6 miliardi di euro in tasse patrimoniali (bollo auto, canone Rai, imposta sulle transazioni finanziarie, sulle successioni e donazioni…) contro i 43,7 del 2013 o i 31,6 miliardi del 2010, ad esempio.
Come anticipato in precedenza, l’Imu e la Tasi hanno garantito all’Erario oltre la metà dell’importo complessivo riscosso l’anno scorso: 24,7 miliardi di euro.
Una cifra cresciuta considerevolmente nel corso degli ultimi anni. Stando ad alcune stime del Codacons, il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, il valore complessivo di Imu e Tasi è cresciuto del 177% nell’ultimo triennio, passando dai nove miliardi del 2011 ai circa 25 dello scorso anno.
Naturalmente l’abolizione delle tasse sulla prima casa, l’Imu agricola e sugli imbullonati consentirà di alleggerire il peso delle imposte patrimoniali: per la Cgia di Mestre, nel 2016 i contribuenti potrebbero risparmiare così 4,6 miliardi di euro.

 

Scrivi una replica

News

Fabrizio Curcio è stato nominato capo della Protezione civile

Fabrizio Curcio è stato nominato nuovo capo della Protezione civile dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. Curcio, 55 anni, succederà ad Angelo Borrelli, il cui…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Germania il 4,5% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino

In Germania, il 4,5% della popolazione, pari a 5,7 milioni di persone, ha ricevuto una dose di vaccino contro l’infezione da coronavirus. Lo ha riferito…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel quarto trimestre, fatturato dei servizi in calo del 7,6% su base annua»

«Nel quarto trimestre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi diminuisca del 2,2% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 113 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 113.086.223. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia