Cgia di Mestre: “La nostra Pa è la peggior pagatrice d’Europa” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cgia di Mestre: “La nostra Pa è la peggior pagatrice d’Europa”

“Così come ci ha ricordato quest’oggi la Banca d’Italia, al netto dell’importo ceduto in pro soluto, sono 61 i miliardi di debito che la nostra Pa deve alle imprese fornitrici. Una cifra imponente che fatica a diminuire poiché la nostra Pa continua a liquidare le fatture con forte ritardo rispetto a quanto previsto dalla Direttiva europea introdotta nel 2013, che impone alle aziende pubbliche il saldo fattura entro 30-60 giorni”.
A dichiararlo è il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo che da tempo segue con attenzione lo sviluppo di questa questione.
Dalla CGIA ricordano che, secondo i dati di Intrum Justitia, nonostante i tempi di pagamento nell’ultimo anno siano scesi di 21 giorni, la nostra Pubblica amministrazione si conferma la peggiore pagatrice d’Europa, visto che salda mediamente i propri fornitori dopo 144 giorni, contro i 38 giorni medi che si registrano in Ue: ben 106 giorni in più della media europea. Rispetto ai nostri principali partner economici, la Francia salda le proprie fatture dopo 62 giorni, l’Olanda in 32 giorni, la Gran Bretagna in 24 giorni e la Germania dopo 19 giorni.
“Grazie all’introduzione della fatturazione elettronica – conclude Paolo Zabeo – le cose sono migliorate. Dallo scorso 31 marzo, infatti, tutti i fornitori della Pa hanno l’obbligo di emettere la fattura in formato elettronico. Una disposizione che ha reso più trasparente il rapporto commerciale tra il pubblico e il privato, anche se il debito complessivo rimane ancora troppo elevato e i ritardi nei pagamento sono del tutto ingiustificati”.

(fonte: Cgia di Mestre)

 

Scrivi una replica

News

Fabrizio Curcio è stato nominato capo della Protezione civile

Fabrizio Curcio è stato nominato nuovo capo della Protezione civile dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. Curcio, 55 anni, succederà ad Angelo Borrelli, il cui…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Germania il 4,5% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino

In Germania, il 4,5% della popolazione, pari a 5,7 milioni di persone, ha ricevuto una dose di vaccino contro l’infezione da coronavirus. Lo ha riferito…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel quarto trimestre, fatturato dei servizi in calo del 7,6% su base annua»

«Nel quarto trimestre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi diminuisca del 2,2% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 113 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 113.086.223. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia