Al rialzo le stime di Fitch per l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al rialzo le stime di Fitch per l’Italia

crisi-economicaAlla luce delle recenti dinamiche che hanno influito sullo stato di salute dell’economia italiana – la ripresa dei consumi, il cambio euro/dollaro favorevole, il calo del prezzo del petrolio e le mosse di politica monetaria della Bce – si prospetta un 2016 più solido di quanto stimato in precedenza. A dare queste rassicurazioni è Fitch che ha alzato le previsioni di crescita del nostro Paese per il prossimo anno.
Secondo l’agenzia di rating il Pil italiano crescerà nel corso del 2016 dell’1,3%, contro il +1,1% indicato nelle stime di settembre, e il +1,6% atteso dal governo. Invariate, invece, le crescite previste per l’anno in corso, +0,7% contro il +0,9% previsto dal governo, e quelle per il 2017, +1,5%.
Il contesto internazionale non ha però solo sostenuto i principali indicatori dell’economia italiana: i recenti rallentamenti delle economie emergenti hanno, infatti, influito negativamente sulle esportazioni del Paese. Secondo l’Istat, infatti, la crescita del terzo trimestre – dello 0,2% – sarebbe stata trainata quasi esclusivamente dai consumi (e la crescita delle importazioni ne è la prova), cosa che potrebbe ripetersi nel quarto trimestre – per il quale è previsto un ulteriore +0,2% -.
Nonostante la crescita prevista per il 2015, l’Italia rimane comunque quello, tra i maggiori Paesi dell’Eurozona, che procede più a passo lento. Nel complesso, infatti, l’area della moneta unica dovrebbe chiudere il 2015 con una crescita dell’1,5% e il 2016 ed il 2017 con un +1,7%.
Per Germania e Francia l’agenzia di rating indica, rispettivamente, un +1,9% e un +1,5% per entrambi gli anni, mentre si prevede un +3,1% nel 2015, un +2,5% per il 2016 e un +2,2% per il 2017 per la Spagna. Per l’economia globale Fitch indica invece un +2,3% per l’anno in corso, un +2,6% per il prossimo (contro il +2,7% stimato a settembre) e un 2,7% per l’anno a seguire.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Paesi Bassi: si è dimesso il governo guidato da Rutte

Il governo olandese si è dimesso. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte, in carica dal 2010. Fatale uno scandalo che ha coinvolto circa 20mila…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia