Che anno sarà? Prospettive per il 2016 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Che anno sarà? Prospettive per il 2016

Più lavoro e più salute, nelle risposte degli intervistati di Tecnè per Porta a Porta. Ma anche il timore di nuovi attentati terroristici in Europa tra le attese per il 2016

disoccupazione_giovani_lavoroCome sarà il nuovo anno? Chi confida nella svolta in ambito lavorativo (il 47%) chi stare in salute (il 44%), chi conservare o trovare il grande amore (il 25%). Sono queste tre ipotesi, infatti, le più “gettonate” secondo le rilevazioni di Tecnè, che ha sondato gli umori degli italiani sulle prospettive per il 2016 e la situazione politica per Porta a Porta del 4 gennaio 2016. Il 19% degli intervistati, invece, conta di guadagnare o vincere molti soldi, il 18% avere molti amici e divertirsi, l’8% avere successo e diventare famoso. Meno ottimista, per così dire, è il punto di vista rispetto ai grandi scenari internazionali. Il 60%, infatti, che nel 2016 potrebbero verificarsi nuovi attentati terroristici in Europa (il 37% non esclude tale possibilità per l’Italia, il 36% immagina guerre con il coinvolgimento diretto dell’Italia). Il 52%, invece, prevede un’intesificazione dei flussi migratori. Tuttavia, rispetto alle condizioni socioeconomiche del paese, gli italiani mostrano un cauto ottimismo: il 41% crede, infatti, nella crescita economica e dell’occupazione in Italia. Il 30%, al contrario, indica nella crisi politica dell’Europa e dell’area euro alcuni degli eventi che potrebbero interessarci nel nuovo anno.
Gli italiani non si aspettano grandi cambiamenti nel 2016 rispetto alla condizione economica personale: il 63% sostiene che resterà sostanzialmente la medesima del 2015, il 20% migliore, il 14% peggiore (il 3%, invece, è senza opinione).
La questione ambientale ha occupato le prime pagine dei giornali a lungo, durante le festività natalizie. Non emerge una differenza netta tra i giudizi positivi e i giudizi negativi sulle misure adottate – o che stanno per essere adottate – per ridurre l’inquinamento. L’unica eccezione riguarda la circolazione di targhe alterne che convince il 57% degli intervistati (il 36% si dice contrario, il 7% non sa). Invece, tra i provvedimenti ancora da adottare, la riduzione di due gradi della temperatura per il riscaldamento delle abitazioni ottiene il 48% dei giudizi positivi, ma il 44% di quelli negativi (8% non sa) e, più o meno allo stesso modo, la riduzione di 20 km della velocità delle automobili nei centri urbani incontra il 48% dei giudizi favorevoli, il 42% dei pareri è negativo (il 10% non sa). Eppure appare una certa contraddizione rispetto al comportamento effettivo degli italiani. Ad esempio il 24% degli intervistati risponde che usa meno l’automobile, ma il 76% no. Il 5% ha ridotto di due gradi il riscaldamento, ma il 95% no. Il 4% ha ridotto di 20 km la velocità dell’automobile, ma il 96% non lo fa.

Intenzioni di voto alla Camera
Ad oggi il Pd risulta essere ancora il primo partito con il 31% dei favori (rispetto ad un mese fa è cresciuto dello 0,5%). Andamento analogo per il Movimento 5 Stelle, che si attesta al 29% (+0,5%). La Lega si attesterebbe al 15,5% (anch’essa in aumento dello 0,5%). In calo Forza Italia, -0,5% rispetto a un mese fa, ora al 12%. Fratelli d’Italia è stabile, al 5%, mentre Area Popolare perde consensi (al 2,5%, -0,5%). Sinistra Italiana raggiungerebbe il 3% dei consensi (-0,5%); Idv ha dalla sua lo 0,5% dei favori, così come Scelta Civica (altri partiti 1%). L’area degli incerti/astensione si collocherebbe al 49,5% (-2% rispetto ad un mese fa).
In caso di ballottaggio Tecnè ha formulato due ipotesi. La prima comprende la lista dell’area di governo (Pd-Area Popolare-Scelta Civica-Altri) contrapposta alla lista di centrodestra (FI-Lega-Fd’It-Altri). Prevarrebbe la prima, con il 54% dei voti contro il 46% (al 66% si attesterebbe l’area degli incerti/astensione). La seconda ipotesi, invece, contrappone la lista dell’area di governo al M5S. A vincere, stavolta, sarebbe il Movimento 5 Stelle, con il 52,5% dei favori mentre la lista dell’area di governo otterrebbe il 47,5% dei voti. In quest’ultimo caso l’area degli incerti/astensione si collocherebbe al 65,5%.

Nota metodologica
Titolo dell’indagine: le prospettive per il 2016 e la situazione politica. Il sondaggio è stato effettuato il 2/3 gennaio 2016. Numerosità pari a 1.000 casi con metodo Cati su un campione rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana. Margine d’errore +/- 3,1% sui risultati a livello dell’intera popolazione. Estensione territoriale: intero territorio nazionale. Committente: Porta a Porta.

Sfoglia l’indagine Tecnè/Porta a Porta in pdf.

 

1 Commento per “Che anno sarà? Prospettive per il 2016”

  1. […] a Porta (Rai1). Qui potete trovare l’elenco dei Tecnè precedenti. Qui potete trovare l’articolo […]

Leave a Reply to Sondaggio TECNÈ 4 gennaio 2016: CSX 35%, CDX 32,5%Scenaripolitici.com

News

Coronavirus: nell’ultima settimana ricoveri triplicati tra i bambini

Nell’ultima settimana circa 400 bambini tra i 5 e gli 11 anni sono stati ricoverati a causa del Covid-19. Il dato è triplicato rispetto ai…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Wikileaks: Assange potrà fare ricorso contro l’estradizione

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, potrà fare ricorso alla Corte Suprema britannica contro la sua estradizione negli Usa. Lo ha deciso l’Alta Corte di Giustizia…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Burkina Faso: i militari hanno arrestato il presidente Kaboré

Il presidente del Burkina Faso, Faso Roch Marc Christian Kaboré, 64 anni, stato arrestato da alcuni militari che hanno fatto irruzione nella sua residenza a…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Papa: “Impatto Covid su educazione e giovani”

“In questo momento, nel quale la pandemia di Covid-19 ha prodotto una crisi dai molteplici aspetti, in particolare un forte impatto sull’educazione e sui giovani, vi invito a…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia