I ricavi delle telecomunicazioni in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

I ricavi delle telecomunicazioni in Italia

internetNon sono cinque anni di successi, quelli tra il 2010 ed il 2014, per il comprato delle telecomunicazioni in Italia. Tutti gli operatori hanno, infatti, accumulato perdite. Un dato interessante riguarda il mobile: secondo l’indagine di R&S Mediobanca ha sofferto più della telefonia fissa.
In generale stiamo parlando di un settore che, nel 2014, ha rappresentato il 2% del Pil italiano, il 2,7% della spese della famiglie e il 5,1% degli investimenti complessivi. Investimenti a parte, l’anno preso in esame ha riportato lievi contrazioni sia sul peso del Pil (nel 2013 era pari al 2,2%), che sulla spesa delle famiglie (2,9%).
Per quanto riguarda invece i ricavi, l’indagine ha rilevato un calo del 7,7% tra il 2013 ed il 2014 a 32 miliardi di euro (2,7 miliardi in meno rispetto al 2013) e un -24% risetto al 2010 (in valori assoluti dieci miliardi di euro in meno in cinque anni). Rispetto al 2013, quando i ricavi erano equilibrati tra rete fissa e mobile, l’anno interessato dall’indagine ha visto uno sbilanciamento a discapito del mobile.
Il confronto tra i due anni mostra infatti un calo più consistente per i ricavi da mobile, -10,4%, che per quelli della rete fissa, -4,9%. Stessa dinamica è stata registrata nell’arco dei cinque anni: rispetto al 2010 le diminuzioni sono state rispettivamente del 28,9% e del 18,7%.
Osservando l’andamento dei principali operatori si nota che il calo dei ricavi più consistente, in termini percentuali, ha interessato la Wind con un -9% tra il 2013 ed il 2014 (-23,9% nel quinquennio analizzato), seguono il -8,4% della Vodafone (-31,2% tra 2010 e 2014), il -7-7% di Telecom Italia (-19,7% accumulato), il -7,3% di 3 Italia (+3,4), il -4,5% di Tiscali (-23,4%) e il +2,8% di Fastweb (-10,2% tra il 2010 ed il 2014).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, via libera del Cts a tamponi rapidi nelle scuole italiane

Il CTS, il Comitato tecnico scientifico, ha dato il via libera alla possibilità di effettuare tamponi rapidi nelle scuole italiane «ai fini esclusivi di screening è possibile…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Guterres: «Dobbiamo agire adesso, altrimenti rischiamo recessione globale»

«Se non agiamo ora, abbiamo davanti una recessione globale che potrebbe spazzare via decenni di sviluppo e rendere completamente fuori portata l’Agenda 2030». Così il…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tensioni Armenia-Azerbaigian, «intensi combattimenti»

Proseguono gli scontri tra Armenia e Azerbaigian nonostante i ripetuti appelli al cessate il fuoco. In particolare, riporta la Tass, l’Azerbaigian riferisce che tra ieri…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Save the Children: «La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani»

La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani. Secondo Save the Children, negli ultimi sei mesi il numero di minori in condizioni di insicurezza…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia