Fiducia dei consumatori di nuovo in calo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiducia dei consumatori di nuovo in calo

spesa-carrelloDopo la lieve crescita registrata a marzo su febbraio, l’indice che misura il clima di fiducia dei consumatori italiani, ad aprile, ha riportato una nuova flessione, segnando il punteggio più masso dal settembre del 2015 (quando l’indice si attestò a 113 punti).
Le rilevazioni dell’Istat indicano infatti 114,2 punti contro i 114,9 punti di marzo e i 114,4 di febbraio. Un dato che si mostra in forte calo rispetto alle buone performance di gennaio, 118,6, e degli ultimi mesi del 2015 (dicembre 117,3 punti, novembre 118,3 e ottobre 116,9).
Osservando le tabelle si nota una flessione per tutte e disaggregazioni. Il clima economico è infatti passato da 142,7 punti a 140,5 (152,4 a gennaio e 141,7 a febbraio), quello personale è sceso da 105,7 a 104,8 (107,6 a gennaio e 105,8 a febbraio), quello corrente da 111,1 a 110 (113,5 a gennaio e 110,7 a febbraio), mentre quello futuro si è contratto di 0,4 punti, passando dai 120,6 di marzi ai 120,2 di aprile (127,1 a gennaio 120,4 a febbraio).
Le altre tabelle che accompagnano il resoconto dell’Istituto nazionale di statistica sottolineano un peggioramento dei giudizi sulla situazione economica del Paese (da -34 punti a -38) , delle opportunità attuali di risparmio (da 136 punti a 131), delle possibilità future di risparmio (da -36 a -40) e delle opportunità attuali all’acquisto di beni durevoli (da -28 a -36).
Migliorano lievemente, invece, le attese sulla situazione economica dell’Italia (da 5 a 8 punti) , le attese sulla disoccupazione (da 12 a 21) e i giudizi sulla situazione economica della famiglia (da -33 a -31). Segnali positivi arrivano poi anche dalle attese sulla situazione economica della famiglia (da -5 a -2) e dai giudizi sul bilancio familiare (da -1 a 2).
Sia le intenzioni future di spesa per beni durevoli che le attese sull’andamento dei prezzi riportano nuovi segnali negativi, passando rispettivamente da -64 a -70 punti e da -30 a -33. Stabili a -36 punti i giudizi sull’andamento dei prezzi.
La situazione economica dell’Italia viene giudicata invariata dal 38,3% del campione intervistato, ampia anche la quota di quanti rilevano un lieve peggioramento della situazione, il 20,9%, e di quanti invece qualche miglioramento lo hanno percepito, 20,7%.

 

Scrivi una replica

News

Ucraina, Zelensky: «La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo»

«La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo. Il mondo può e quindi deve fermare il terrore russo». Lo ha scritto su…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Draghi: «Ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita»

«Gli effetti di questa guerra sono imprevedibili, ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita e probabilmente più grande: i Paesi cercano…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20»

«Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esclude la presenza del leader del Cremlino, al prossimo G20…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siccità, Curcio: «Stato d’emergenza, dopo che saranno decise le misure»

«Lo stato di emergenza» a causa della siccità «è un atto del governo e si farà quando avremo le idee chiare sulle misure» da applicare.…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia