L’imprenditoria straniera in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’imprenditoria straniera in Italia

lavoratori_stranieriTra il 2011 ed oggi, mentre le imprese italiane diminuivano, sono continuate a crescere quelle straniere, tanto da mettere a segno un incremento a doppia cifra nel periodo considerato. E’ quanto emerge dal nuovo rapporto della Fondazione Leone Moressa sull’imprenditoria straniera. Negli ultimi quattro anni, quindi tra il 2011 ed il 2015, le imprese straniere sono infatti aumentate del 21,3%, contro il calo del 2,6% che ha interessato le aziende guidate da imprenditori italiani.
A oggi le imprese straniere presenti in Italia sono 550mila, in aumento di oltre 4,5 punti percentuali rispetto alle quasi 525mila dell’anno precedente. Anche la quota sul totale tessuto imprenditoriale è cambiata: dall’8,7% del 2014 al 9% dello scorso anno. Numeri che consentono alle imprese condotte da stranieri di generare un contributo al Pil di 96 miliardi di euro, ovvero il 6,7% del Valore aggiunto nazionale.
Uno studio più o meno parallelo, in questo caso condotto da UnionCamere-Infocamere su dati del Registro delle imprese delle Camere di Commercio e relativi agli imprenditori extra-europei, spiega invece che, tra il 2010 ed il 2015, il numero delle imprese aperte da cittadini provenienti da Paesi extra-Ue è aumentato di centomila unità arrivando a toccare le 350 mila unità.
La maggior parte di esse è attiva nel commercio, con 161.313 imprese. Elevato anche il numero di aziende attive nel settore delle costruzioni, 75.742, e in quello manifatturiero, con 29.240 imprese.

 

Scrivi una replica

News

Coronaviurs, oggi parte la somministrazione della terza dose

Oggi al via alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-covid19. Si parte dalle persone immunocompromesse, trapiantati e malati oncologici con determinate specificità. Si tratta…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel II trimestre prezzi abitazioni +1,7% sul trimestre e +0,4% su base annua”

“Secondo le stime preliminari, nel secondo trimestre 2021 l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, aumenta dell’1,7%…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 71,50 dollari al barile e Brent a 74,93 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 71,50 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 74,93 dollari.…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 102 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 102 punti.…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia