Smog: l’inquinamento uccide più delle guerre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Smog: l’inquinamento uccide più delle guerre

Nel 2012 circa 12,6 milioni di morti sono attribuibili al peggioramento delle condizioni ambientali, il 23% del totale dei decessi. A pagare il prezzo maggiore, in termini di vite perse, sono il Sud-est asiatico e il Pacifico occidentale. Lo rivela un rapporto presentato alla seconda Assemblea delle Nazioni Unite sull’ambiente, in corso a Nairobi, sottolineando la necessità di invertire la rotta per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. L’inquinamento e il degrado ambientale sono responsabili di morti premature ben 234 volte in più dei tanti conflitti che flagellano il pianeta. In particolare, l’inquinamento atmosferico uccide 7 milioni di persone l’anno. Perdono la vita per la mancanza di acqua pulita e servizi igienici 842 mila persone; per l’esposizione a sostanze chimiche tossiche come l’amianto 107 mila persone e come il piombo 654 mila nel 2010. Infine, dalla prima conferenza Onu sui cambiamenti climatici nel ’95, 606 mila sono state le vittime di catastrofi naturali e più di 4 miliardi di persone sono rimaste ferite, senza casa e bisognose di una qualche forma di assistenza.

 

Scrivi una replica

News

Fico:”Regole su Green Pass varranno anche per la Camera”

“Oggi, come è sempre stato, quello che accade fuori, accadrà dentro il Parlamento. Quindi le regole che varranno per fuori varranno per la Camera”. E’…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronaviurs, oggi parte la somministrazione della terza dose

Oggi al via alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-covid19. Si parte dalle persone immunocompromesse, trapiantati e malati oncologici con determinate specificità. Si tratta…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel II trimestre prezzi abitazioni +1,7% sul trimestre e +0,4% su base annua”

“Secondo le stime preliminari, nel secondo trimestre 2021 l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, aumenta dell’1,7%…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 71,50 dollari al barile e Brent a 74,93 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 71,50 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 74,93 dollari.…

20 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia