Visco: “Sofferenze bancarie più a rischio sono solo 15 miliardi” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Visco: “Sofferenze bancarie più a rischio sono solo 15 miliardi”

“Non è corretto parlare del problema dei crediti deteriorati come di un’emergenza per l’intero sistema bancario italiano”. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, intervenendo in occasione dell’assemblea dell’Associazione bancaria italiana (ABI).
“Per incagli e sofferenze non è corretto un valore sull’ipotesi che esse vengano cedute immediatamente e quindi le stime sulle necessità di capitale circolate (30-40 miliardi di euro) si basano sul presupposto che i crediti vengano “ceduti immediatamente a metà del valore. Le banche significative con livelli di crediti deteriorati particolarmente elevati detengono nel complesso circa 15 miliardi di sofferenze”, ha concluso Visco.

 

Scrivi una replica

News

Usa 2024. Joe Biden si ritira da corsa elettorale e sostiene Kamala Harris

«Anche se era mia intenzione cercare la rielezione, credo che sia nel miglior interesse del mio partito e del paese di ritirarmi e concentrarmi solamente…

21 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa 2024, Trump: «Sarò il presidente di tutta l’America»

Un discorso orientato all’unità del paese, ma che non ha risparmiato critiche anche dure ai democratici. «Sarà una vittoria incredibile. Corro per diventare presidente di…

19 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky a Londra: incontro con Keir Starmer

Visita del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, a Londra, dove ha partecipato a una riunione straordinaria del governo laburista di Keir Starmer. Nell’occasione, Zelensky è tornato…

19 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, condannato a 16 anni il giornalista Usa Evan Gershkovich

Il giornalista statunitense del Wall Street Journal, Evan Gershkovich, è stato condannato a 16 anni di carcere per spionaggio, un’accusa però contestata dagli Stati Uniti.…

19 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia