Fallimenti in calo nel secondo trimestre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fallimenti in calo nel secondo trimestre

lavoro_impreseI dati sui fallimenti registrati nel secondo trimestre – le imprese fallite risultano in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso – confermano il trend certificato nei tre mesi precedenti. Secondo i dati raccolti da Cribis D&B, una società del gruppo CRIF, nel secondo trimestre del 2016 le imprese italiane, che hanno dichiarato il fallimento, sono state 3.740. Ovvero il 2,5% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando i fallimenti furono 3.777. Complessivamente, invece, le imprese fallite dall’inizio dell’anno sono state 7.343.
Per quanto positivi – i fallimenti risultano in calo rispetto al passato – i livelli precedenti la crisi economica sono ancora lontani: lo studio osserva che, se si confrontano i dati attuali con quelli relativi al 2009, emerge che i fallimenti sono aumentati del 59,9%.
Interessante, poi, analizzare la distribuzione geografica dei fallimenti che (naturalmente) risulta correlata alla densità delle imprese: Lombardia, Lazio e Veneto sono le regioni che contano il maggior numero di imprese fallite.
Mentre i settori che registrano il maggior numero di imprese fallite sono il commercio al dettaglio – da inizio 2016 ad oggi i fallimenti registrati nel comparto sono stati 2.261, il 4,8% in meno rispetto ad un anno fa –, l’edilizia (1.480 imprese fallite, il 6% in meno su base annua) e l’industria (1.469, lo 0,5% in meno). Timidi segnali di ripresa erano stati registrati già lo scorso anno.
Secondo Movimprese, l’indagine sulla natalità e mortalità delle imprese italiane registrate presso le camere di commercio, nel 2015 il tessuto imprenditoriale italiano ha visto un ritorno del ritmo di crescita delle imprese ai livelli pre-crisi del 2007 (+0,75%) con le 372 mila nuove iscrizioni che hanno compensato le 327 mila cancellazioni.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.809.596. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre cento accademici hanno chiesto misure restrittive più drastiche al governo

Oltre cento scienziati e docenti universitari hanno scritto un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a quello del Consiglio, Giuseppe Conte. Nella lettera,…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Negli Stati Uniti, con il coronavirus persi 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana»

Circa 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana. A tanto ammonta il “costo” del coronavirus negli Stati Uniti. La stima è contenuta in uno…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito e Giappone firmano accordo commerciale

È stato siglato oggi il primo accordo commerciale post-Brexit per il Regno Unito. Si tratta dell’intesa con il Giappone (firma avvenuta a Tokyo, presente per…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia