Rischio rallentamento per l’Eurozona | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rischio rallentamento per l’Eurozona

bceLa ripresa italiana è a rischio. A certificarlo il Fondo monetario internazionale che nelle prossime stime sull’andamento della nostra economia potrebbe tagliare la crescita del Pil del 2016 a meno dell’1% contro il +1,1% previsto in precedenza, abbassando al +1% anche le stime di crescita del 2017, contro il +1,25% del precedente bollettino.
Tra le cause principali anche l’esito del referendum per la Brexit, a cui si aggiunge il perdurare del rallentamento delle economie emergenti che continuano a pesare sulla domanda estera, responsabili non solo del rallentamento dell’economia italiana, ma anche di un aumento dell’incertezza sulle prospettive economiche dell’Eurozona.
Nell’ultimo Eurozone Economic Outlook, nonostante siano ancora di difficile quantificazione gli effetti dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, gli istituti di statistica che hanno formulato le stime (Istat, Ifo e Insee), prevedono un rallentamento della crescita del Pil dell’Eurozona rispetto a quella oltre le attese del primo trimestre.
Tra gennaio e marzo, infatti, il Pil dell’area euro è cresciuto dello 0,6%, mentre per il secondo trimestre si stima un +0,3%, un +0,4% per il terzo e un +0,3% per il quarto, comportando una crescita dell’intero anno di 1,6 punti percentuali. A pesare, come anticipato, soprattutto la domanda estera, mentre i consumi sono previsti in crescita dell’1,7% a fine anno.
Un rallentamento ha interessato anche la produzione industriale: cresciuta dell’1% in T1, nel secondo trimestre è rimasta stabile, ma continuerà a crescere, seppur ad un ritmo moderato, nella seconda metà dell’anno: +0,4% sia nel terzo che nel quarto trimestre, per una crescita dell’1,7% a fine 2016.
Un lieve crescita interesserà, invece, i prezzi al consumo. Al contrario di quanto registrato nel secondo trimestre, quando l’inflazione è stata interessata da un calo dell’0,1%, per il terzo e il quarto trimestre si prevedono, rispettivamente, un +0,4% ed un +0,7%, con una crescita media dello 0,3% per l’intero 2016.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Usa: meno di 40 mila casi in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato meno di 40mila casi nelle ultime 24 ore, stando al consueto bollettino della Johns Hopkins University, un dato che non…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Congo, ucciso magistrato che indagava su morte Attanasio

È stato ucciso in Congo il magistrato militare che indagava sull’agguato in cui sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, netto calo dei casi in Gran Bretagna

Continuano a calare notevolmente i casi di coronavirus in Gran Bretagna, dove nelle ultime 24 ore su 863mila tamponi effettuati, solo 6.500 sono risultati positivi.…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nuova Zelanda, terremoto di magnitudo 8.1 al largo: allarme tsunami rientrato

Dopo le tre scosse di magnitudo 6.9, 7.1, 8.1, a largo della Nuova Zelenda, si era alzata l’allerta di tsunami, ma l’allarme è rientrato dopo…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia