Nizza: polemica sull’app di allerta del governo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nizza: polemica sull’app di allerta del governo

Presentata lo scorso 8 giugno come l’app definitiva da attivare in caso di allarme attentati, la SAIP, sistema di allerta e protezione della popolazione, non ha funzionato, o meglio, il messaggio di attentato in corso è arrivato dopo più di due ore dall’inizio della strage sulla promenade Des Anglais, esattamente alle ore 1.34. L’applicazione è stata sviluppata dopo gli attacchi del 13 novembre 2015 a Parigi e Saint-Denis come strumento complementare da usare assieme agli altri canali di comunicazione. Attraverso questa app le autorità sono in grado di avvisare la popolazione del pericolo anche attraverso l’uso di consigli utili e pratici, in teoria la Prefettura avrebbe dovuto diffondere l’allerta entro 15 minuti dalla notizia dell’attentato.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, rapporto deficit/PIL al 3,2% nel I trimestre

Nel primo trimestre del 2024, il rapporto tra deficit e PIL si è attestato al 3,2% nell’Eurozona e al 3% nell’Unione Europea, registrando una diminuzione…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Si celebra oggi il World Brain Day: la salute del cervello si coltiva quotidianamente

Si celebra oggi il World Brain Day, un evento promosso dalla World Federation of Neurology, che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle patologie neurologiche e…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Medio Oriente, confermata dall’Idf la morte di altri due ostaggi israeliani

Due israeliani, ostaggi di Hamas dal 7 ottobre, sono morti. Lo rende noto l’Idf, l’esercito d’Israele, sottolineando che i numero degli ostaggi deceduti sale a…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Estate, circa 36 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio

Circa 36 milioni di italiani prevedono di mettersi in viaggio, la stragrande maggioranza dei quali – nove su dieci – resterà in Italia, scegliendo località…

22 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia