In Italia Pil pro-capite sotto le media Ue | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Italia Pil pro-capite sotto le media Ue

consumi_crisi_economicaUn’analisi del Centro studi ImpresaLavoro realizzata per Confimprenditori evidenzia l’impatto della crisi economica sul Prodotto interno lordo (PIL) pro-capite italiano. Lo studio osserva che prima della crisi economica il PIL pro-capite italiano era leggermente inferiore a quello dell’area euro e superiore a quello medio dell’UE. Tuttavia, complici le difficoltà dovute alla crisi, dal 2007 ad oggi il PIL pro-capite italiano è diminuito dell’11,1%, passando dai 28.700 euro del periodo pre-crisi agli attuali 25.500 euro.
Un calo che trova pochi eguali nel resto dell’Unione europea: diminuzioni più significative sono state registrate soltanto a Cipro e in Grecia, mentre in Spagna – Paese che negli anni della crisi ha vissuto momenti particolarmente difficili – il PIL pro-capite è diminuito del 5,7%, fino a scendere agli attuali 23.100 euro. In altre economie, invece, è addirittura aumentato: il PIL pro-capite tedesco, attualmente pari a 34.100 euro, e quello britannico (30.900 euro) sono cresciuti rispettivamente del 6,2 e dell’1,3%.
L’analisi osserva che il miglioramento dell’economia registrato nell’ultimo anno – secondo l’ISTAT, nel 2015 il PIL del nostro Paese è cresciuto dello 0,8% su base annua – ha contribuito soltanto marginalmente al recupero della ricchezza persa dal 2007 ad oggi: lo scorso anno, il PIL pro capite è cresciuto dello 0,79%, pari in valore assoluto a 200 euro. Non abbastanza per recuperare quanto perso dal 2007 ad oggi (3.200 euro).
Qualche mese fa, nel rapporto Noi Italia, l’ISTAT certificava differenze sostanziali tra il PIL pro-capite rilevato nelle diverse aree del nostro Paese: secondo i dati relativi al 2014 – l’ISTAT non ha ancora diffuso le statistiche del 2015 –, la differenza più consistente si registra tra il PIL pro-capite del Mezzogiorno e quello del Nord-Ovest (16.761 contro 30.821 euro).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 45,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 45.179.529. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Attentato Nizza, gruppo tunisino rivendica attacco

La procura antiterrorismo di Tunisi ha aperto un’inchiesta dopo che un sedicente gruppo terroristico “Al Mahdi nel sud della Tunisia” ha rivendicato, tramite un post…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, impennata di contagi in Svizzera: 9mila nelle ultime 24 ore

La Svizzera nelle ultime 24 ore ha registrato oltre 9mila nuovi casi e 52 decessi. A riferirlo sono state le autorità sanitarie alle prese con…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la Francia torna in lockdown

La Francia è tornata in lockdown, ma a differenza di quello primaverile, questa volta rimarranno aperte le scuole, gli uffici, le fabbriche e tutto il…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia